super-hydorah-recensione-review-xbox-one-x-games-paladins

Sviluppato congiuntamente da Locomalito, Gryzor87 ed Abylight Studios, responsabili delle versione EX di Maldita Castilla, Super Hydorah è la versione riveduta é corretta di Hydorah, uno sparatutto arcade con grafica super pixellosa che non avrebbe di certo sfigurato in una sala giochi anni 80.

La trama del gioco, che fa da sfondo alla massiccia dose di proiettili che andremo a sparare su schermo è molto semplice,  e vede un’impero di creature aliene, composta per lo più da Bio Macchine, minacciare il nostro pianeta e che l’ultima ed unica possibilità di salvezza del genere umano è affidato alla nostra destrezza nel maneggiare il super caccia da combattimento su cui siamo seduti. Insomma come vi dicevo una semplice scusa per giustificare il nostro avanzamento attraverso i vari livelli che compongono il gioco del team indipendente spagnolo.

La particolarità dei Super Hydorah oltre allo stile grafico retro, di cui parleremo dopo è la libertà con cui il team ci fra affrontare i livelli. Infatti dopo un livello iniziale “Obbligatorio” il nostro cammino attraverso gli altri 20 stage sarà a nostra discrezione, infatti ci verrà data la possibilità di affrontare ogni singolo stage scegliendolo attraverso una mappa stellare.

Una volta scelto il livello, l’azione si svolgerà come il più classico dei Shoot’em up arcade bidimensionali, con il nostro caccia che avanza da sinistra verso destra, evitando i proiettili dei nemici e cercando di abbatterli per arrivare al termine dello stage. Il ritmo di gioco rimane sempre alto come l’attenzione che dovremo riporre per evitare gli attacchi nemici che potremo spazzare via, almeno inizialmente, tramite un cannone posto sul muso del nostro caccia e delle smart bomb da lanciare quando la situazione su schermo ci appare difficile.

Come possiamo aspettarci in questi giochi, ogni nemico abbattuto rilascerà una serie di power up, che forniranno al nostro caccia vari bonus, come un miglior rateo di fuoco, uno scudo di protezione o delle bombe aggiuntive.

Prima di affrontare un livello, avremo la possibilità di configurare il nostro caccia, con la possibilità di scegliere quali armamenti equipaggiare, fra appunto arma primaria, secondarie e smart bomb. La lista degli elementi che potremo montare sulla nostra nave andrà a crescere man mano che supereremo i vari livelli. Naturalmente la conoscenza dei nemici che affronteremo nei vari stage sarà molto utile quando andremo a scegliere le varie armi da equipaggiare, quindi quella che magari all’inizio ci sembrerà un’arma pessima per un livello, potrà invece risultare ottima in un altro stage.

Quindi come avete intuito i nemici presenti nel gioco, sono molti e abbastanza diversificati, stessa cosa possiamo dire per gli altri elementi di ostacolo presenti nei vari stage. Quindi passeremo da enormi robot ad astronavi armate con le più improbabili armi a creature aliene ed asteroidi.

Il level design degli stage è veramente ottimo, i pattern d’attacco dei nemici sono ben studiati ed insidiosi, questo rende giocare molto divertente nonostante il livello di difficoltà sia piuttosto elevato. Infatti anche superare i primi livelli richiederà tanta pazienza, abilità e soprattutto più di una partita.

Quindi come da tradizione di ogni shoot’em up “old school”, giungere al termine del gioco completando tutti i livelli disponibili sarà un’impresa ardua. A tutto questo poi dovete aggiungere la presenza di bonus all’interno di ogni stage, non semplici da scoprire ed il fatto di avere dei finali alternativi. Insomma la longevità non è un problema del gioco di Abylight Studios.

Come vi ho accennato qualche riga più in alto, Super Hydorah offre una grafica dal sapore retrò, che farà felice gli amanti dei classici Arcade e chi come il sottoscritto li ha giocati in sala giochi. Infatti dalla palette di colori alle animazione tutto ricorda i grandi classici del genere, inoltre il team per implementare l’effetto nostalgia che questo tipo di titoli può indurre dei videogiocatori più grandicelli, ha inserito un opzione che abilità gli effetti di “scanline” tipico degli ingombranti monitor a tubo catodico. A completare il tutto ci pensa una colonna sonora ottima, composta da circa 60 brani creata dal compositore spagnolo Gryzor87, lo stesso che ha curato la colonna sonora di Maldita Castilla EX.

La versione per Xbox One, inoltre offre numerosi bonus, rispetto all’originale su PC, come nuovi stage, nemici e numerose armi extra.

In più è stata inserita la possibilità di giocare tutti i livelli in compagnia di un amico. E sempre per due giocatori è stato inserito un mini-game dal titolo “Robot-Chase” che ci chiede di guidare assieme al nostro compagno, un drone filoguidato coordinando i movimenti per fargli superare lo stage.

Super Hydorah è un titolo davvero piacevole da giocare che consigliamo a tutti, sia a gli amanti dei classici Shoot em’up da sala giochi anni 80, sia a quelli che cercano uno sparatutto che offra tante ore divertimento e che soprattutto non si fanno scoraggiare da un  livello di sfida livellato verso l’alto.

compworld smartphone, pc, tablet, vendita, assistenza, riparazione

RASSEGNA PANORAMICA
Voto Complessibo
8.0
Articolo precedenteSuper Mario Odyssey è disponibile su Nintendo #Switch
Prossimo articoloAssault Android Cactus arriva sullo store con grafica 4K / 60fps per Xbox One X
Semplicemente un appassionato di videogames... :D