Agatha Christie – Hercule Poirot: The First Cases – Recensione Xbox Series X

Metti in moto le tue piccole cellule grigie

Nulla è più pericoloso di una chiacchierata per chi ha qualcosa da nascondere!

Agatha Christie – Hercule Poirot: The First Cases è un gioco d’avventura e investigazione che ci porta ad indossare i panni del famoso investigatore belga Hercule Poirot.

Lo sviluppo di questo giallo interattivo è stato affidato allo studio Blazing Griffin, in collaborazione con Agatha Christie Limited, mentre la pubblicazione è stato curata dal team francese Microids.

La versione da me recensita è quella Xbox One, giocata attraverso la retrocompatibilità su Xbox Series X.

Il gioco è inoltre disponibile dal 28 Settembre 2021 per: PC, PS4 e Nintendo Switch, al costo di 39,99€.

La genesi di un investigatore privato

Hercule Poirot: The First Cases ci riporta nel passato, agli albori della carriera investigativa del famoso detective belga. Agli inizi della storia, il protagonista, compie la sua prima indagine quando è ancora un semplice poliziotto, incontrando così personaggi determinanti per i futuri sviluppi della trama. 

Anni dopo Poirot, passato nel frattempo da poliziotto a investigatore privato, viene richiamato in belgio per indagare su un misterioso caso di ricatti e minacce ai danni della famiglia Van den Bosch, già conosciuta nel prologo. Come se non bastasse, a questo reato si aggiunge anche uno strano omicidio e l’indagine viene complicata dalla presenza di numerosi ospiti e della servitù, tutti o quasi con un movente per compiere i due reati. Le piccole cellule grigie del grande detective vengono così messe a dura prova, scontrandosi inoltre con temi importanti come la lotta di classe nelle industrie del Belgio a inizio ‘900. 

Risolvere questo caso, fatto di silenzi, depistaggi e misteri è il nostro unico obiettivo; ora tocca a noi l’onore di far nascere il mito di Poirot.

Un salto nel passato

La storia del gioco è inedita, da non confondere con l’omonima raccolta I primi casi, e ci porta indietro nel 1920 circa, più o meno nel periodo del romanzo Poirot e il mistero di Styles Court. L’ambientazione, dove viene svolta l’intera indagine, è una villa del Belgio, appartenente ad una potente famiglia nobile non più al massimo della propria ricchezza. I ricchi interni, stridono con una servitù tenuta al minimo numerico per ridurre i costi e un matrimonio sembra la cosa migliore per rimpinguare la casse della famiglia.

Il ricevimento organizzato per gli amici più intimi e potenti dei Van den Bosch diventa il fulcro dell’indagine e ci dona uno sguardo sugli usi e costumi di un secolo fa. I personaggi risultano ben dettagliati e caratterizzati e gli elementi che scopriamo vengono snocciolati sapientemente, portandoci così più vicini alla soluzione del caso.

Quando gli intrighi, i giochi di potere e gli inganni si incrociano con i drammi, le cose non possono far altro che degenerare, portando all’inaspettato, alla violenza e al delitto. Tutti gli elementi classici delle storie di Agatha Christie vengono sapientemente sfruttati e amalgamati unendo il gaming al Giallo.

Analisi tecnica

Dal punto di vista narrativo il lavoro di Blazing Griffin e Agatha Christie Limited è perfetto, ma altrettanto non si può dire dal punto di vista tecnico. 

Graficamente non vengono sfruttate le nuove tecnologie (ormai presenti da un anno sul mercato) di Xbox Series X. Nemmeno il più collaudato HDR viene utilizzato, con l’aggravante di illuminazioni mal gestite e una visuale non sempre ottimale.

I comandi durante le investigazioni rispondono bene, ma manca la possibilità di accelerare l’andatura del nostro detective tra una scena del crimine e l’altra. I problemi più gravi sono nella schermata indagine, che si svolge collegando gli indizi tra loro per tessere una ragnatela intorno al colpevole. Il collegamento avviene attraverso una linea virtuale, che non sempre funziona in modo corretto per colpa di scarsa precisione nei comandi.

I dialoghi si svolgono in inglese con l’ausilio di sottotitoli in italiano. La cura nella localizzazione è pregevole, spesso si sfruttano termini ricercati e arcaici, in grado di immergere all’epoca dei fatti narrati nel gioco. Le musiche sono un ottimo accompagnamento che ben si sposa con le indagine e il periodo in cui vengono svolte.

La durata del gioco si attesta sulle 12-15 ore, a seconda delle capacità delle vostre piccole cellule grigie e il grado di completamento cercato. Sono disponibili 1000 punti G, gestiti attraverso obiettivi non troppo complicati e raggiungibili con una sola run.

Il gioco in generale non presenta un grado di difficoltà elevato, permettendo così lo svolgimento di un romanzo interattivo, adatto anche a giocatori meno esperti.

Les jeux sont faits

La mia indagine, nei panni del celebre detective dal marcato accento francese, si è svolta su Xbox Series X e TV 4K da 49”. Ho giocato circa 14 ore con l’ausilio di pad standard Xbox One (con quello Series X i controlli sembravano più imprecisi).

Ho completato tutta la campagna principale con l’aiuto della mia compagna e appassionata di letteratura Paola, sbloccando infine 915 punti giocatore su 1000.

Personalmente mi sento di consigliare Agatha Christie – Hercule Poirot: The First Cases e ritengo il prezzo di lancio giusto per il valore del gioco. La trama è molto interessante e valorizza il titolo, rendendolo un ottimo romanzo giallo interattivo, nonostante un reparto tecnico non sempre all’altezza.

Consiglio l’acquisto a tutti gli amanti del genere che vogliono gustare un’indagine ricca di colpi di scena in pieno stile Agatha Christie.

Pro

  • Ottimo romanzo giallo
  • Un bel tuffo nel passato
  • Molti colpi di scena

Contro

  • Comandi non sempre precisi
  • Difetti grafici
Annuncio
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
8
Articolo precedenteGrand Theft Auto: The Trilogy – The Definitive Edition e altro presto in arrivo!
Prossimo articoloArriva Space Crew: Legendary Edition expansion! Sei pronto per una sfida stellare negli remoti confini della Via Lattea?
Staccato il ciuccio dalla bocca ho preso un pad in mano per non mollarlo più, non son un Pro Gamer, cerco l'essenza del gioco.