Alpaca Ball: Allstars – Dal Perù alla conquista del campionato mondiale di… PallAlpaca! – Recensione Nintendo Switch

Lo inseguivo da tempo, più o meno come gli Alpaca inseguono la palla per fare goal. E finalmente eccolo sulla mia Nintendo Switch!

Alpaca Ball: Allstars, creato da Salt Castle Studio, Leoful ed edito da BadLand Publishing è un gioco dannatamente divertente, frenetico e perché no, competitivo. Un party game di tutto rispetto con protagonisti gli Alpaca! Un esilarante gioco di calcio arcade che combina il meglio dei classici stravaganti come  NBA Jam  con una fisica divertente che rende ogni singola partita assolutamente unica!

Trama

“Sei un alpaca, il tuo sogno è quello di raggiungere gli alti piani del calcio. Per farlo dovrai sudare, allenarti e vincere molte sfide. Incontrerai molti ostacoli tra te e la gloria. L’unico modo per superarli? Vincere! E se non lo vuoi fare per te, cerca di farlo per tua mamma e la vostra casa. Servono i soldi per evitare che un grande magnate rada al suolo casa vostra e costruisca un albergo. Bene, ora hai le motivazioni. Sfida i tuoi amici e convincili ad unirsi a te in palio c’è la gloria e la salvezza per la tua famiglia. Viaggia per il mondo  ed infine solleva la coppa del mondo di Pallalpaca!”

Il Gioco

Scegliete il vostro alpaca, personalizzatene l’aspetto tipo: pelo multicolore, occhiali, cappelli bizzarri e preparatevi a perforare la porta rivale sfruttando la potenza e l’elasticità del loro collo! È questa la chiave della meccanica di Alpaca Ball: Allstars il potente collo dei suoi giocatori, che possono colpire la palla così forte da farle prendere fuoco e velocità inaudite!

Ma attenzione! La direzione degli impatti varierà a seconda di dove è rivolto il vostro alpaca in quel momento, il che aggiunge una svolta esilarante a un gioco tanto vertiginoso quanto eccitante. Ah, ovviamente il vostro alpaca può saltare ed eseguire dei bellissimi colpi di testa e scattare per delle vere e proprie “volate sulla fascia”.

In Alpaca Ball: Allstars c’è una sola regola: vincere, e per farlo dovrete speronare i vostri avversari, sfruttare la fisica della palla per scatenare spettacolari tiri facendola rimbalzare contro le pareti che delimitano il perimetro del campo.

Gameplay

“Nella storia dei videogiochi ci sono stati molti giochi di calcio in stile arcade, ma nessuno è così originale e delirante come questo.” Questo recita una parte del press kit e come dargli torto? Avete mai giocato ad un gioco del calcio con degli Alpaca come protagonisti? Ecco, nemmeno io.

In Alpaca Ball: Allstars ci sono due modalità di gioco:

  • Modalità Carriera (Storia)
  • Modalità Partita Veloce (Avvia)

Se preferite concentrarvi sul divertimento più diretto, potete giocare partite veloci contro altri giocatori / CPU (fino a 8, in squadre di 4 contro 4), localmente (non è supportato il multiplayer su Nintendo Switch, purtroppo)

Il modo migliore per imparare a giocare a questo titolo però è la  modalità Carriera.

In questa modalità potete giocare da soli o con un amico (o parente, o compagno / a, amante… Beh con chi vi pare mica sono affari miei.) Iniziate come un novellino della Pallalpaca con un sogno: conquistare la coppa del mondo. Comincia così io viaggio epico verso la finale della Coppa del Mondo.

Durante i viaggi del vostro alpaca incontrerete personaggi strambi, visiterete molti campi da calcio sparsi nei luoghi più strani posti tra il Sud America e l’Europa (anche il vulcano Etna, miei cari).

Ogni luogo ha il suo campo da calcio di varia dimensione e forma, numero di giocatori e tipo di pallone utilizzato. Partite uno contro uno, due contro due, tre contro tre, tre contro uno, quattro contro quattro… Pallone da calcio, da football americano, da spiaggia, da pallavolo, disco di hockey ma perché non metterci già che ci siamo pure un dado o una bomb… ehm… ognuno di essi con le loro caratteristiche di rimbalzo. Provate a calciare un dado…

Come avete capito, la fisica delle partite sarà influenzata oltre che dal tipo di pallone, anche dal design e dalle dimensioni del campo. Dai minuscoli campi da calcio urbani (più piccola è la dimensione maggiore è il caos) a campi senza angoli che permettono di giocare veri e propri brutti scherzi, facendo rimbalzare la palla in maniera frenetica e casuale.

Come se non bastasse tutto questo, per creare ancora più caos all’interno delle vostre parite, Salt Castle Studio ha pensato di introdurre pure dei potenziamenti che si attivano in maniera casuale a rotazione su un alpaca / squadra per volta.

Tra questi poteri, che hanno una durata limitata di pochi secondi, c’è casco ispirato al football americano con il quale potrete mettere fuori combattimento i vostri avversari speronandoli, un’altra che allunga il collo degli alpaca (moltiplicandone la portata ed il tiro speciale), uno che fa impallidire, in pratica rende piccolissimi il resto dei giocatori (compresi i vostri compagni di squadra) o l’opportunità di invitare un armadillo a rotolare in mezzo al campo, ostacolando tutti quanti. A tutto questo aggiungete dei comandi semplici da imparare, un pizzico di bullet time quando vengono eseguite azioni salienti ed otterrete il suddetto gioco.

Caratteristiche Tecniche

Purtroppo, almeno per ora, non è tutto perfetto in Alpaca Ball: AllStars. Ci sono parecchi cali di frame durante le partite per via del (troppo) chaos e spesso non si capisce nulla. La curva di difficoltà di gioco è mal bilanciata al punto che ci sono partite durante la modalità carriera, verso la fine del gioco, che sono molto più semplici di alcune iniziali. Speriamo in una patch futura.

Graficamente non si grida al miracolo, ma sia la finestra dei dialoghi, che i campi da calcio, che la mappa, che gli alpaca sono realizzati più che bene e sono piacevoli da vedere. Tutto il titolo è piacevole da guardare e giocare.

Buona, se non buonissima, la IA, sia i nostri compagni di squadra che gli avversari si muovono molto bene sul campo e, per quanto riguarda i nostri compagni di squadra BOT, sapranno dare una mano e salvare la situazione più di una volta. Complimenti a Salt Castle Studio per la cura con la quale hanno realizzato la IA.

Su Nintendo switch gira bene in entrambe le modalità, anche se quella TV rende molto più nitide le situazione frenetiche e sopratutto si capisce con più chiarezza ciò che sta avvenendo in campo.

Il gioco supporta il salvataggio, la vibrazione ed il Multiplayer locale fino a otto giocatori. Purtroppo, a differenza della versione Steam, non supporta l’online ed è un vero peccato perché delle partite online avrebbero sicuramente alzato il voto finale…

Musica e Audio

La musica che ci accompagnerà per tutto il viaggio è semplicemente perfetta. L’opening act di Frank Guerrero y su grupo Aché – Vamos A Tocar Sonero si sposa alla perfezione con lo spirito del gioco: ironia, divertimento e leggerezza.

Ogni campo che calpesterete avrà la sua canzone. Si va dal folk tirolese, alla musica latino americana a quella tradizionale sino ai cori da stadio. L’audio di gioco è ben bilanciato ed i rumori / suoni durante le partite non disturbano e spesso strappano qualche risata.

Localizzazione

Il gioco è completamente in italiano quindi andate tranquilli che potrete seguire tranquillamente la trama della storia.

Conclusione

Alpaca Ball: Allstars è quel gioco arcade di calcio che mancava. Esilarante, spensierato. Un party game che promette di far divertire voi e le persone che ci giocheranno. Sia per una partita mordi e fuggi che per sessioni più lunghe.

Ogni partita è unica ed è pieno di opzioni per creare partite il più personali e caotiche possibili.

Sicuramente, se venissero migliorate alcune cose tramite patch il gioco non potrebbe che essere ancora migliore. Già così però si fa giocare eccome. Su, scegliete il vostro alpaca, iscrivetevi ad un corso di ballo latino americano e, mentre ballate, cercate di diventare i Campioni del Mondo di Pallalpaca!

¡Vámos a toca sonero!

PRO

  • Storia
  • Giocabilità
  • Musiche
  • Ironia
  • Originalità
  • IA

CONTRO

  • Qualche imperfezione tecnica
  • Curva di Difficoltà
  • Assenza Multiplayer Online
RASSEGNA PANORAMICA
Grafica
7.8
Storia
8.5
Giocabilità
8.5
Longevità
9
IA
9.5
Difficoltà
7
Originalità
9.5
Musica
10
Articolo precedenteÈ arrivato Remothered: Broken Porcelain, survival horror ricco di suspense!
Prossimo articoloIndivisible – Aggiornamento gratuito e Premium DLC disponibili su Nintendo Switch
#indiependentgamer Bass Player & VideoGame Music Composer. Anime, Manga & Comics Lover. Sport Lover.