Anthill – Le formiche in modalità Tower Defense – Recensione

Al giorno d’oggi molti sono i titoli che dal mercato mobile riescono a ottenere il loro spazio nel mercato delle home console. Uno dei giochi che è riuscito a compiere questo passo è Anthill, il titolo pubblicato da Thunderful Publishing di cui vi parlerò oggi. Riuscirà a lavorare in maniera degna e costante o sarà schiacciato dal peso di chi si erge al di sopra di esso? Scopriamolo insieme.

Image & Form Games, lo studio che si è occupato della realizzazione e dello sviluppo di questo titolo ed originario della Svezia, ha sapientemente svolto un lavoro di porting per Anthill (un gioco che ha avuto un successo più che buono sui dispositivi mobile per cui è stato originariamente rilasciato) onde farlo approdare sulla piattaforma ibrida della grande N.

Non appena inizieremo la nostra nuova partita potremo selezionare una tra le diverse mappe di gioco, in totale sette, e sono: Felici e Contenti, Foresta Fitta, Nuova Colonia, La Distesa, Tempio Fiorito, Ant-ologia e Infinito.

Ognuna delle mappe sarà composta a sua volta da vari livelli, ognuno dei quali ci fornirà alla fine un determinato numero di stelle in base alle nostre capacità, meccanica che permette di rigiocare più volte un livello per i completisti più sfrenati.

Ovviamente, il primo livello sarà un tutorial che ci spiegherà quale saranno i nostri compiti e come garantire la nostra sopravvivenza. Lo scopo principale del gioco è questo: utilizzando il touch screen della console dovremo disegnare delle scie di feromoni per dare ordini alle nostre formiche.

Esse sono divise in quattro categorie: Operai, che si occuperanno di recuperare il nutrimento per poter creare nuove formiche come foglie e i cadaveri dei nostri nemici, Soldati, che avranno il compito di difendere la colonia dagli altri insetti che vorranno attaccare il nostro formicaio, Sputatore, che attaccheranno usando “munizioni esplosive”, e Bombardieri, l’unità aerea che attaccherà i nemici con una melma speciale a cui le nostre unità sono immuni.

Ogni volta che scopriremo una nuova meccanica ci penseranno le formiche competenti ad illustrarla sapientemente, non solo teoricamente ma anche nella pratica, così da essere sempre pronti ad usarla al meglio.

In Anthill infatti, dovremo pianificare la strategia migliore per difendere al meglio il nostro formicaio e i nostri operai che incessantemente ci riforniranno di cibo, a patto che rientri nella loro scia chimica, che potremo utilizzare per rimpolpare le nostre schiere difensive fino ad ottenere il numero massimo di combattenti per ogni tipologia.

In ogni livello avremo a disposizione un tot di tempo per abbattere i nemici che arriveranno durante le orde, approfittando del tempo che resta tra uno sciame e l’altro di prendere fiato e produrre nuove forze o recuperare i cadaveri dei nemici caduti per ottenere nuovo cibo, nel caso in cui riusciremo a sgominare le forze nemiche velocemente.

Inoltre, tutte e quattro le classi delle nostre formiche potranno essere potenziate quattro volte ognuna utilizzando le stelle che guadagneremo alla fine di ogni livello. C’è da dire che Anthill non risulta molto frustrante, anzi.

Se imparerete a usare bene la fazione degli Sputatori non avrete problemi con i nemici riuscendo molto facilmente a portarvi a casa la vittoria nella quasi totalità delle volte. Anche se può sembrare una cosa piacevole, al tempo stesso rende le cose fin troppo facili, soprattutto per chi è in cerca di una sfida, non troppo impegnativa, che andando avanti nel gioco può proporre ma non risulta un vero e proprio problema visto che può essere corretto in qualsiasi momento tramite patch.

Dal punto di vista tecnico Anthill si presenta con un comparto grafico ben congegnato e funzionale. Nonostante alcuni strascichi delle origini mobile, lo sfondo pre-renderizzato è disegnato piuttosto bene e non presenta sbavature nemmeno con uno zoom eccessivo.

Lo stesso discorso invece non può essere fatto per i nostri protagonisti che non riescono a distinguersi tra loro, eccezione fatta per i Bombardieri che hanno le ali e quindi sono facilmente riconoscibili.

Anche una piccola diversità tra le varie fazioni sarebbe stata apprezzata, cosa non fatta dagli sviluppatori che hanno preferito renderle omogenee come sono la loro controparte reale in natura.

Il comparto sonoro svolge bene il suo ruolo d’accompagnamento, con musiche specifiche per ogni momento che varia da una determinata azione a quando stiamo subendo un attacco al formicaio, stesso discorso anche per gli effetti sonori che sono ben realizzati. Da segnalare la presenza della lingua italiana unicamente nella forma scritta.

Anthill è un titolo che riesce a farsi apprezzare anche in questa versione per Switch, ma che può annoiare comunque i meno avvezzi al genere. Consigliato per sessioni mordi e fuggi, presenta anche un rapporto qualità-prezzo molto convincente, costa € 9.99, che lo rende molto appetibile agli occhi di chi cerca un titolo divertente e impegnativo, ma non troppo.

Voto complessivo: 7.5

Pro: Idea originale; Rapporto qualità-prezzo molto convincente; impegnativo, ma non troppo.

Contro: Gli Sputatori facilitano parecchio; Personaggi tutti uguali; Giocabile sono in modalità portatile.

Annuncio
RASSEGNA PANORAMICA
Voto Complessivo
7.5
Articolo precedenteZumba Burn It Up!, il nuovo dance/fitness game ufficiale Zumba è ora disponibile su Nintendo Switch
Prossimo articoloIl colorato e rotondo mondo di Marblelous Animals è arrivato su Nintendo Switch
Allevato dai bit del Commodore 64, ho sviluppato una passione col crescere del tempo che non ho mai rimpianto o sostituito con altro. Cresciuta di console in console, ho deciso di intraprendere la via della tastiera per cimentarmi nell'unica cosa in cui sarà bravo, forse, in tutta la mia vita... Parlare di videogiochi!
anthill-le-formiche-in-modalita-tower-defense-recensioneImage & Form Games ha sapientemente svolto un lavoro di porting per Anthill onde farlo approdare in buona forma sulla piattaforma ibrida della grande N. Ogi delle mappe è composta da vari livelli, ognuno dei quali ci fornirà alla fine un determinato numero di stelle in base alle nostre capacità. Il primo livello è come di consueto un tutorial che ci illustrerà le meccaniche di gioco ed i comandi. Dal punto di vista tecnico Anthill si presenta con un comparto grafico ben congegnato e funzionale. Nonostante alcuni strascichi delle origini mobile, lo sfondo pre-renderizzato è disegnato piuttosto bene e non presenta sbavature. Il comparto sonoro svolge bene il suo ruolo d'accompagnamento, con musiche specifiche per ogni momento che varia da una determinata azione a quando stiamo subendo un attacco al formicaio, stesso discorso anche per gli effetti sonori che sono ben realizzati. Consigliato per sessioni mordi e fuggi, presenta anche un rapporto qualità-prezzo molto convincente, costa € 9.99, che lo rende molto appetibile agli occhi di chi cerca un titolo divertente e impegnativo, ma non troppo.