Actvision ha finalmente rivelato il nuovo capitolo di Call of Duty che ci accompagnerà in questo fine 2018 ed in parte del 2019. Come sapete il ciclo triennale di produzione della serie ci ha portato ad un nuovo capitolo sviluppato dal team di Treyarch, ovvero Call of Duty Black Ops 4.

Il reveal del titolo ha in pratica confermato tutti i rumor circolati in rete nelle scorse settimane, Black Ops 4 sarà ambientato nel futuro, anche se non così lontano come Inifinity Warfare, non avrà una campagna Single Player (almeno non tradizionale) ed avrà fra le modalità multiplayer una modalità Battle Royale, che va tanto di moda in questo periodo. Insomma una rivoluzione per la serie che va a pescare a piene mani da quanto offerto dal mercato in questo momento.

Niente Single Player?

La mancanza di una campagna in Single Player, modalità che è sempre presente in ogni capitolo fin dalla sua nascità, è stata una doccia fredda per molti giocatori, ma Treyarch ha deciso di proporre comunque “un’esperienza” per giocatore singolo con una modalità basata sugli “Specialisti”.

Questa nuova campagna offrirà al giocatore delle esperienze “frammentate” con degli incarichi che ci daranno l’opportunità di apprendere le varie tattiche di combattimento degli Specialisti, ripercorrendo la loro storia passata e scoprendo alcune informazioni sulla loro attuale vita.

Tutte le missioni saranno ambientate in un’arco di tempo che va tra gli eventi narrati nel secondo capitolo di Balck Ops e quelli del terzo. Questo ci permetterà di giocare sia con delle vecchie conoscenze della serie, come Firebreak, Seraph e Ruin, ed alcuni nuovi soldati come  Torque, Crash e Recon.

Insomma il team di sviluppo ha eliminato una modalità storia, in favore di mini incarichi capaci di far apprendere al giocatore le meccaniche base del gioco e dare un “contentino” ai giocatori che hanno sempre e comunque giocato il single player di Call of Duty (come il sottoscritto).

Zombie

Un grande ritorno però lo fa una modalità nata con l’arrivo di Treyarch sulla saga, ovvero Zombie e quella offerta da Black Ops 4 forse è la versione più completa e anche la più grande prodotta fino ad ora. Gli sviluppatori hanno confermando la presenza fin dal lancio, di ben tre campagne Zombi intitolate rispettivamente IXVoyage of Despair e Zombies Blood of the Dead.

In IX, il giocatore si troverà all’interno di un Colosseo è dovrà affrontare nei panni di un Gladiatore una marea di Zombie. Questa modalità ci permette di cambiare l’approccio al gioco visto che il combattimento sarà incentrato sul corpo a corpo, con armi da taglio e scudi.

Con Voyage of Despair invece, Treyarch ci riporta alla classica esperienza di gioco, quindi si “sparerà” ad serie di orde di zombie, ma questa volta al bordo di una nave da crociera.

Di Blood of the Dead non ci sono molte informazioni ed il teaser rilasciato da Activision non svela molto infatti a parte qualche rumore, tutto il filmato si concentra su una candela, che come dicevo non svela tantissimo.

Tra le tante novità introdotte quest’anno da Treyarch, c’è quella di poter decidere di giocare in compagnia dei bot, con la possibilità di selezionare il livello di sfida e una serie di altri parametri che cambiano le dinamiche della partita.

Multiplayer

Il Multiplayer, cuore di questo Call od Duty, come per la serie da diversi anni, ritorna come affermato dagli stessi sviluppatori “con i piedi per terra”, quindi niente Jetpack o esoscheletri o chissà quale altro strumento fantascientifico, non ci saranno ultra salti, in questo Black Ops 4 l’esperienza di combattimento risulterà più cruda e realistica, con un approccio improntato sulla tattica e incentrato sulle scelte dei giocatori. Il gioco quindi garantisce un nuovo livello di azione online, proponendo un vasto assortimento di armi, mappe e modalità inedite.

Tutti questi strumenti rispecchieranno il “setting” moderno adottato nel gioco e permettono al giocatore di accedere ad un vasto arsenale, con armi e di gadget davvero letali ma  non per questo facili da padroneggiare. Treyarch ha infatti dichiarato che ha lavorato per rendere il gunplay del gioco ancora più profondo, lavorando sulla caratterizzazione di ogni arma sulla sua difficolta di utilizzo. Questo per padroneggiare al meglio un’arma, dovremmo (ad esempio) fare molta più attenzione al rinculo, cercando di gestirlo nel modo migliore, per cercare così di raggiungere la precisione di tiro desiderata.

Battle Royale

A completare l’offerta del gioco arriva la tanto rumoreggiata modalità Battle Royale, chiamata per l’occasione Blackout. Gli sviluppatori hanno confermato che i combattimenti in questa modalità (inedita per la serie) avverranno in una mappa 100 volte più grande delle classiche arene multiplayer, è sarà inclusa la possibilità di utilizzare dei veicoli. Al momento non è stato confermato se come per i concorrenti, Fortnite e Playerunknow’s Battleground, potranno accedere alla modalità 100 giocatori contemporaneamente, alcune voci parlano di soli 32 Giocatori. Dovremo aspettare una conferma da parte del team di sviluppo o del publisher.

Vi ricordo che Call of Duty Black Ops 4 sarà disponibile su Xbox One e PC dal prossimo 12 Ottobre, e che ulteriori dettagli sul gioco saranno svelati nelle prossime settimane.