Crackdown 3: Nuovi dettagli sulla componente single player, quella multiplayer e sul piano post-lancio

Microsoft ha svelato nelle scorse settimane la data di uscita ufficiale di Crackdown 3, il nuovo capitolo della serie da tempo richiesto dai fan. Il sito Windows Central ha avuto l’occasione di intervistare il direttore creativo di Microsoft Studios Joseph Staten e il capo della produzione Jorg Neumann, scoprendo così nuovi dettagli sul gioco, la componente single player, quella multiplayer e sul piano post-lancio del gioco.

La componente per giocatore singolo proporrà una storia ambientata nella città di Providence, la campagna dovrebbe offrire un’ampia quantità di contenuti, con nove boss e tre fazioni da contrastare. In questa modalità non presenterà la caratteristica della distruttibilità totale dell’ambiente, che sarà invece presente nella Modalità Wrecking Zone. Gli sviluppatori hanno spiegato che questa scelta è dovuta ad esigenze legate alla trama, che ci vedrà impegnati a salvare la città ed aiutare i suoi abitanti. In quest’ottica, inserire la possibilità di radere al suolo Providence City pareva più opportuno per una modalità alternativa.

https://youtu.be/90bS4Ngjgcs

Gli sviluppatori hanno poi fornito anche alcune informazioni in merito al supporto post-lancio, che è nei piani della compagnia, ma che al momentonon è stato progettato un programma preciso: “[…] stiamo ancora sperimentando in merito a cosa sia meglio fare. Osserveremo ciò che le persone trovano divertente, ritoccheremo il bilanciamento e così via“. Gli sviluppatori svelano inoltre che sono determinati nel non voler inserire in Crackdown 3 microtransazioni o loot box, spiegando che: “Ci saranno oggetti che potrete sbloccare, oggetti via via più intriganti. Se saranno basati sul rank, o sul numero di match, onestamente lo stiamo ancora definendo. Abbiamo preparato centinaia di oggetti da sbloccare“.

Vi ricordiamo che Crackdown 3 è atteso su Windows 10 ed Xbox One il 15 febbraio 2019.