Dex recensione review CJ Hellectric nintendo switch games paladins nindies indie free game demo.png

Arriva su Nintendo Switch Dex, il gioco sviluppato da Dreadlocks LTD. ed edito per la prima volta nel 2015 sulla piattaforma STEAM, seguito poi da una versione migliorata intitolata Dex enhanced edition (arrivata nel 2016 pure su PlayStation 4 ed Xbox One)

Ora, grazie al publisher Qubic Games, giunge finalmente anche sulla console ibrida di casa Nintendo.

Trama

Vestirai i panni di Dex, una misteriosa ragazza dai capelli blu, braccata da una potente ed enigmatica organizzazione per via delle sue straordinarie abilità. Esplora le nebbiose strade futuristiche di Harbor Prime in questo distopico open world. Porta a galla complotti e intrighi, stringi alleanze e affronta i tuoi nemici faccia a faccia durante la tua missione volta ad abbattere il sistema!

Il Gioco

Dex è un RPG a scorrimento laterale in 2D che “trasuda stile cyberpunk da ogni singolo pixel” con un tocco di metroidvania che non guasta mai in atmosfera sci-fi noir. 

In questa avventura cyberpunk inspirata da classici come Blade Runner, Ghost in the Shell e Neuromante, saremo liberi di scegliere l’approccio migliore per affrontare la città ed i suoi pericoli.

Gameplay

Controlliamo Dex, una misteriosa ragazza dai capelli blu in missione per abbattere la potente ed enigmatica organizzazione che governa la città di Harbour Prime. Per farlo dovremmo esplorare la città, dialogare con i suoi abitanti (più precisamente con i PNG presenti nel gioco), creare delle alleanze, comprare e vendere oggetti/armi, potenziarci ed hackerare sistemi di sicurezza.

Dex propone un pacchetto personaggi a tutto tondo davvero vasto che include un copione vario di battute.

I dialoghi presenti nel gioco, oltre ad essere ben fatti, ci danno la possibilità di scegliere tra varie risposte multiple alle quali poi succedono controbattute diverse a seconda della nostra scelta. Delineando così il percorso che ci porterà dritti ad uno dei finali della storia.

Il gioco contiene anche una vasta gamma di potenziamenti ed abilità sbloccabili piano piano si avanza nella campagna che servono per adattarsi ai quattro stili di gioco:

  • assassina silenziosa
  • hacker
  • approccio diplomatico
  • approccio più diretto con la pistola pronta a parlare al posto tuo.

Per potenziare queste abilità dovremmo abbattere nemici, hackerare sistemi elettronici (telecamere, allarmi, distributori di preservativi… si, pure quelli…) fatto ciò riceveremo, come il più classico degli RPG, dei punti.

Arrivati ad una certa soglia la nostra Dex avanzerà di livello. A quel punto avremo a disposizione un punto abilità da distribuire come meglio vogliamo tra le quattro abilità sopra elencate.

Da segnalare l’ottima impaginazione dei menu gestionali di gioco. Chiari, ben fatti e soprattutto interamente tradotti in italiano (come tutti i testi contenuti nel gioco). Consultare la mappa, potenziare Dex, rileggere gli obiettivi di gioco, i file, gestire le armi e gli oggetti risulta un “gioco da ragazzi”.

Ma, torniamo a noi..

Lo sviluppo della protagonista non si ferma solo alle abilità “umane”. Possiamo, anzi dobbiamo, progredire e far sviluppare anche le abilità sovra umane installando aumenti che garantiscono abilità “che voi uomini non potete neanche immaginare”

Grazie a queste abilità si apriranno nuove strade in Harbour Prime e, come i classici titoli Metroidvania, si potranno raggiungere nuovi luoghi da esplorare in questo gioco basato su un gameplay non lineare.

Per quanto concerne le abilità umane (assassina silenziosa, approccio diplomatico, approccio più diretto) dovremo basarci sul nostro stile di gioco.

Vogliamo nasconderci e cogliere i nostri nemici di sorpresa? Preferiamo usare le maniere forti (armi e scontri corpo a corpo)? Oppure un misto di entrambe?

Questo lo capiremo soltanto giocando e progredendo nel gioco. Gli scontri con i nemici non sono entusiasmanti in quanto l’ IA non è curatissima. I nemici infatti tendono sempre a fare gli stessi movimenti quando ci attaccano (destra sinistra, destra sinistra) al punti che, capita la meccanica e, dopo qualche ora di gioco/sviluppato il personaggio, i combattimenti divengono a senso unico (Dex vincitrice senza difficoltà).

Leggermente più interessante ed un poco più impegnativa la componente Hacker.

Come funziona la componente hacker?

Premendo  sulla leva sinistra del Joy – Con è possibile collegarsi alla rete. A questo punto la schermata di gioco cambia. Dex viene rappresenta da un’icona. In questo mondo virtuale anche il gameplay cambia. Il titolo per un attimo diventa uno shoot ‘em up twin – stick con telecamera dall’alto.

In questa fase di gioco si viene presi di mira da virus e altri sistemi di difesa del cyberspazio che, in caso di danno,  abbasseranno la concentrazione di Dex fino a farla scendere a zero (causando un danno di 50 punti salute nella realtà).

Arrivati a zero con la concentrazione sarà impossibile connettersi alla rete e bisognerà attendere l’auto-rigenerazione della barra “hacking” o utilizzare degli oggetti per velocizzare questo processo.

Caratteristiche tecniche

Dex sia in modalità portatile che in modalità TV si comporta bene a livello visivo. Ogni tanto però si verifica qualche piccolo calo di frame rallentandone leggermente la fluidità. La risposta dei comandi è molto buona. Non supporta il touch e nemmeno la vibrazione. Supporta invece il salvataggio dei dati in Cloud.

Localizzazione, Audio e Colonna Sonora

Il gioco purtroppo non è doppiato in italiano ma è ottimamente sottotitolato nella nostra lingua. I dialoghi presenti nel gioco sono interpretati molto bene dagli attori inglesi. La colonna sonora, dalle sonorità synthwave/cyberpunk che bene si sposano con il gioco, è stata affidata a Karel Antonín

Conclusione

Dex all’inizio è un po difficile da padroneggiare e può scoraggiare il giocatore “occasionale”. La scritta Game Over in questo frangente di gioco né fa da padrone.

Proseguendo nel gioco e sfruttando appieno la componente RPG del titolo, la difficoltà si abbassa e diventa più piacevole affrontare la storia.

Ci sono elementi che sarebbero potuti essere migliorati come alcuni movimenti della protagonista (la camminata accovacciata non si può vedere) e, se proprio voglio si vuole fare i pignoli, il salto si sarebbe potuto renderlo più preciso. Il resto invece: storia, dialoghi, musiche, ambientazione niente da dire, molto bene così!

Da provare!

Pro

  • Colonna sonora
  • Personaggi
  • Storia
  • Sottotitolato in italiano
  • elementi RPG
  • organizzazione menù

Contro

  • qualche calo di frame
  • IA delle volte approssimativa
  • alcuni movimenti della protagonista
  • Difficoltà ad inizio gioco forse troppo alta
Da provare!

 

2 Commenti

Comments are closed.