EQI – Puzzle, Platform e Synthwave – Recensione Nintendo Switch

Il panorama indie continua ad affascinarmi con il suo essere “vero” e pieno di passione. Non che quello tripla A non lo sia, eh?! Ci mancherebbe altro! Soltanto che nel panorama indie mi ci ritrovo di più, lo vedo più “mio”.

Pochi giorni fa mi è stato proposto EQI, edito da Hyperstrange, uno studio indipendente polacco fondato nel 2015 (suo, tra gli atri, Crossbow: Bloodnigth, recensito dal buon Cescoz THC proprio su queste pagine), un gioco indie arcade in prima persona basato su puzzle ambientali, elementi platform ed atmosfera synthwave.

Trama

EQI non ha una vera e propria trama. Semplicemente ci troviamo all’interno di un mondo digitale

Il Gioco

EQI è un “intrippante” gioco arcade in prima persona con rompicapi spaziali dalla grafica poligonale un poco datata (mi è venuta subito in mente la PlayStation 1). Il nostro scopo, all’interno di questo mondo digitale che si snoda e muta attorno a noi, sarà quello di arrivare dal punto A al punto B. Per farlo dovremo evitare spuntoni pronti ad ucciderci, il vuoto cosmico tutto attorno a noi, muri da aggirare e piattaforme da spostare.

Non sono previste un numero di vite o barra di energia in quanto i puzzle da affrontare sono molto corti, l’unica cosa che ci viene richiesta è quella di trovare il modo di arrivare al punto B. Ad ogni errore si riparte del punto iniziale del rompicapo corrente. Non ci sono aiuti presenti in game, se non un breve tutorial all’inizio.

Il resto è in mano a noi ed alla nostra pazienza nel cercare di portare a compimento gli oltre 20 livelli di gioco.

Ogni schema si differenzia dal precedente sia per livello di difficoltà che per dimensione. Purtroppo la curva di difficoltà del gioco è mal calibrata e si passa da livelli sin troppo facili a livelli quasi impossibili da concludere. Sia per l’assenza di piccoli aiuti/suggerimenti in game che per un comparto di comandi delle volte approssimativo. La somma di questi fattori può portare, ahimè, alla frustrazione e all’abbandono dell’avventura.

Gameplay

Come ho scritto in precedenza, i comandi, semplici da imparare e difficili da dominare, rispondono in maniera approssimativa nelle fasi più impegnative. Questo è un handicap che rende ancora più difficili da risolvere i puzzle già di per sé complicati che s’incontrano da metà avventura in poi.

Essendo il gioco basato per lo più su “spostamenti ambientali” e quindi rotazione delle piattaforme attorno a noi, scatti, salti (delle volte la somma di queste cose) comandi poco reattivi, salti mal calibrati o semplicemente assenza di piccoli indizi da seguire in game, rendono EQI un titolo ostico che mette a dura prova, più che l’intelligenza e l’intuizione, la pazienza.

Caratteristiche Tecniche

il gioco non presente cali di frame o bug. I salvataggi avvengono in maniera automatica in determinati punti del gioco (quindi state attenti a non finire la partita prima di aver permesso a gioco di salvare). Tolti i comandi un po’ macchinosi, tutto sommato il titolo gira bene sia in formato portatile che TV. Piccolo consiglio: cercate di giocarlo, se ne avete la possibilità, con controller pro alla mano. Certi tricks risultano più semplici da eseguire con questo controller rispetto ai joy-con attaccati alla console.

Musiche e Audio

Le musiche giocano un ruolo fondamentale in questo titolo. Affascinato dalla OST utilizzata nel trailer, mi sono fatto dare il gioco seduta stante. Bene, durante il mio viaggio all’interno del mondo di EQI, ho trovato soltanto una piccola parte della magia sonora che mi aveva colpito durante il trailer.

I livelli sono accompagnati da una composizione più indirizzata verso l’atmosfera (poche note, dettate da tempi lunghi e piccoli crescendo in loop infinito) che da vere e proprie composizioni synthwave come il trailer ci lascia credere. Questo a lungo andare rischia di annoiare ed alimentare ancora di più la frustrazione se si rimane bloccati in un certo punto del gioco.

Localizzazione

Il gioco non presenta una vera e propria storia, non c’è un copione, dialoghi o altro. Soltanto un menù ed un piccolo tutorial ad inizio gioco tradotti molto bene in Italiano.

Conclusione

EQI è un casual game che si orienta più ad un pubblico di giocatori pazienti che a quei giocatori casuali che vogliono spendere 5 minuti della giornata in relax. Sia per loro che per i giocatori più accaniti l’eShop Nintendo offre valide alternative a prezzo simile. Il gioco è un titolo che non brilla di originalità né tanto meno possiede una grafica accattivante. Il gioco, nonostante qualche spunto originale di gameplay, rischia di rimanere nel limbo di quei titoli indie mediocri che fanno da riempitivo di una scena già di per sé satura di giochi.

Pro

  • Prezzo
  • Atmosfera

Contro

  • Giocabilità
  • Graficamente non eccezionale
  • Curva della difficoltà mal calibrata
Annuncio
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
6.5
Articolo precedenteInfestor, il puzzle platform che infesterà le console degli umani
Prossimo articoloMotoGP 21 – La nostra recensione dell’ultimo titolo di Milestone
#indiependentgamer Bass Player & VideoGame Music Composer. Anime, Manga & Comics Lover. Retrogamer. Sport Lover.