Football Manager 2021 Xbox Edition – Recensione Xbox Series X

Il ritorno del Calcio manageriale su Xbox

88esimo minuto dell’ultima di campionato, c’è un caldo quasi estivo, la tua squadra è ad un solo punto dalla promozione e i nervi sono tesi. Il tuo giovane pupillo si sta scaldando ed è pronto per entrare in campo. Ora mostrerai al mondo che sei un allenatore da Serie A e che le tue scelte di mercato erano esatte. È giunto il tempo di tornare in campo con Football Manager 2021 Xbox Edition.

Sviluppato da Sports Interactive Games e distribuito da SEGA, Football Manager 2021 Xbox Edition (FM21) rappresenta il ritorno del popolare gioco di Calcio manageriale, dopo più di 10 anni dall’ultima apparizione su Xbox.

La pubblicazione è avvenuta in data 01/12/2020 su Xbox One, Series X/S e Pc Windows sfruttando Smart Delivery, Cross-Save e Playanywhere di Microsoft.

Allenatore o Manager?

Gli amanti del calcio virtuale si dividono da sempre tra aspiranti calciatori e allenatori provetti. La console si è sempre mostrata una piattaforma florida per la prima categoria, lasciando spesso a bocca asciutta la seconda.Dopo anni di tattiche abbozzate possiamo finalmente riprendere il controllo della strategia e della programmazione societaria, lasciando il campo ai nostri calciatori-bot.

FM 21 si presenta da subito come un gioco maturo, fatto di dati, strategie e statistiche. Possiamo scegliere tra un approccio più manageriale o dedicarci principalmente all’allenamento della nostra squadra.

Avviato il gioco e scelto un Club dobbiamo decidere quali aspetti curare direttamente e quali delegare ai nostri assistenti. Questa possibilità rende il gioco adatto a giocatori con disponibilità di tempo molto differenti tra loro.

Calciomercato che passione.

Dopo aver fatto conoscenza con la Proprietà e lo Staff tecnico, iniziamo a creare la Squadra dei nostri sogni attraverso il calciomercato. Partendo dalla Rosa iniziale dobbiamo valutare ogni movimento di mercato basandoci su: blasone, aspettative e finanze della nostra società. Per ottenere buoni risultati bisogna calibrare gli interventi sul mercato, ragionando in prospettiva e cercando l’affare giusto.

Il database del gioco è impressionante e permette di costruire squadre basate sui giovani o cercare il colpo da 90 se le casse societarie lo permettono. Imparare a leggere i rapporti sulla squadra, andando ad intervenire sulle criticità fa’ spesso la differenza tra una sconfitta e una vittoria. In fondo scegliere tra circa 50 campionati, 2000 squadre e 25000 giocatori reali è un gioco da ragazzi.

Pronti a scendere in campo?

Ultimato il mercato veniamo catapultati sul campo da gioco. Tutta la nostra programmazione da Manager, ora è messa alla prova dagli allenamenti e dalle partite vere e proprie. Ogni stagione si apre con amichevoli per valutare i nostri interventi su tattica e mercato in vista della nuova stagione.

La partite possono essere seguite in vari modi; possiamo affidarci all’allenatore in seconda o tenere per noi il controllo totale.  Se la nostra scelta cade sul guardare l’intero match, possiamo decidere la velocità dell’incontro e se vedere ogni azione o solo i momenti salienti.

Essenziali per la vittoria sono la capacità di cambiare tattica, fare sostituzioni ponderate e motivare o richiamare i propri giocatori al momento giusto. Per eseguire queste azioni sono presenti appositi comandi a video. Gli sviluppatori sono stati bravi nel creare varietà, rendendo inefficaci schemi e strategie quando abusati.

Il Calcio nella vita reale.

Gestire una squadra di Calcio non è semplice. Tifosi, Stampa e problemi personali dei nostri calciatori vanno affrontati quotidianamente. Ad ogni risultato i tifosi reagiranno dando o togliendo sostegno a noi e alla squadra. Interpretare ed esaudire i loro sogni può essere utile per raggiungere gli obiettivi più importanti. La Stampa è sempre attenta a ogni evento del nostro Club. Gestire la pressione e le interviste, alleviando la tensione di calciatori in difficoltà è fondamentale per arrivare alla partita in condizioni ideali. Ogni calciatore vive di ambizioni e sogni, riuscire a costruire un progetto vincente passa dalla conoscenza di chi ci circonda e dal rispetto delle promesse fatte durante il calciomercato.

Per essere fedeli ai tempi che corrono FM21 pone l’accento sulla Brexit, su infortuni legati ad un Virus (Covid NDR) e sull’utilizzo della tecnologia VAR nei campionati dove in vigore. La capacità di incastrare la realtà dell’anno 2020 nel gioco porta a confrontarsi con le problematiche dei Manager d’oggi in modo ancor più simulativo. Anche le sostituzioni sono passate dalle storiche 3 a 5.

Ogni aspetto del gioco è stato pensato per rispecchiare nel modo più preciso possibile la realtà. Per verificarne il realismo ho provato a giocare con club di serie C e di serie A da me conosciuti. Ho notato con piacere come accordi di gemellaggio, prestiti, affiliazioni ad altre società sono curati in modo maniacale. Anche le leggende della squadra sono formate da veri giocatori che hanno scritto la storia del Club.

Cartellino Giallo!!!

La parte gestionale chiaramente funziona bene, ma dal punto di vista tecnico e del porting molte cose fanno storcere il naso.

La Grafica è tutt’altro che eccezionale, sembra chiaramente datata, nonostante gli sviluppatori hanno dichiarato che la versione Xbox Series X è dotata di settaggi alti. Tutto sommato le azioni sembrano realistiche, ma i movimenti dei calciatori sono innaturali. La presenza di meteo dinamico, HDR e 4K ovviano solo in parte a questi problemi.

Il reparto sonoro è di una piattezza disarmante. Non esiste nessuna musica di accompagnamento nei Menù, non esiste telecronaca e durante la partita ci accompagnano solo i rumori dello stadio. Nel tentativo di non addormentarmi mi sono trovato costretto ad attaccare Spotify in background sulla console.

I problemi più gravi si presentano con il Gameplay. Troppe schermate confusionarie si ammassano a video. Spesso capita di cercare disperatamente determinate funzioni senza capire dove sono nascoste. Eseguire le azioni più semplici non è assolutamente immediato. I comandi non sempre funzionano a dovere, causando difficoltà anche nel semplice tentativo di ingaggiare un giocatore.

La Localizzazione in italiano è ottima, ma non sufficiente a risolvere questa confusione.

Inoltre è inaccettabile trovare schermate tagliate con parti di testo fuori dal campo visivo. Questo non deve succedere in un gioco venduto a circa 40€ e creato dalle basi di titoli già esistenti.

La mia esperienza da Manager/Allenatore.

Per testare al meglio le funzioni di FM21 ho affrontato la carriera con due approcci decisamente diversi. Ho giocato due stagioni con il Mantova, club di serie C italiana da me ben conosciuto, e una in serie A con la mia squadra preferita il Milan.

Durante la mia prova su Xbox Series X e TV LG 4K da 49″, ho avuto sensazioni contrastanti. La parte gestionale del gioco mi ha dato soddisfazioni, merito della cura dei dettagli anche nei club meno blasonati. Grazie a questo ho trovato realtà calcistiche a me vicine e calciatori conosciuti solo a livello locale anche nel gioco.

Purtroppo i comandi non funzionali e qualche crash di troppo hanno appesantito le mie 20 ore da allenatore, lasciandomi con l’amaro in bocca.

La Moviola.

90esimo minuto, la partita è finita e con essa il campionato. È tempo di verdetti, come nelle leggendarie pagelle del Lunedì.

FM21 rappresenta un gradito ritorno su Xbox, ma è un gioco dalla doppia anima. La parte simulativa e gestionale è stata curata in modo maniacale, con precisione e ricchezza di dettagli. Purtroppo però questo non basta a giustificare il prezzo di 40€ al lancio, visto che grafica, sonoro e Gameplay deludono completamente le aspettative.

La sufficienza è al momento il massimo risultato ottenibile dal lavoro di Sport Interactive Games e SEGA, sperando in qualche patch futura e maggiore cura per gli anni venturi.

Desidero dedicare questa recensione a due grandi campioni scomparsi in questi giorni: Diego Armando Maradona e Paolo Rossi. Il Calcio è uno sport fantastico grazie a campioni come loro, calciatori in grado di emozionare intere nazioni e rimpicciolire il Mondo alle dimensioni di un pallone. Buon riposo campioni.

Pro

  • Database dettagliato
  • Gestionale ben calibrato
  • Vari gradi di immersione nel gioco

Contro

  • Grafica datata
  • Sonoro inesistente
  • Crash improvvisi
  • Gameplay caotico
  • Schermate tagliate
Annuncio
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
6
Articolo precedenteMXGP 2020 è disponibile da oggi
Prossimo articoloGame to Human: l’Intelligenza Artificiale scopre le emozioni grazie all’Italia con “The Empathy Machine”
Staccato il ciuccio dalla bocca ho preso un pad in mano per non mollarlo più, non son un Pro Gamer, cerco l'essenza del gioco.