Fort Triumph – Recensione Nintendo Switch

Da All in! Games e CookieByte Entertainment arriva Fort Triumph, un gioco strategico a turni con un’ambientazione di stile fantasy davvero divertente, che fonde perfettamente la sua ispirazione ad alcuni grandi classici del genere.

Dopo essere stato rilasciato su PC, il titolo approda sulla ibrida di Nintendo, consentendo così di poterci giocare anche in mobilità.

Nella modalità storia avremo un coraggioso gruppo di eroi tipici dei titoli del genere, un guerriero, un mago e un arciere. La storia è scritta tutta in formato testuale e ci sono anche delle parti con una dose di umorismo, anche se quest’ultimo non va tanto a segno. La campagna forse potrebbe risultarvi un po’ noiosa e non vedrete l’ora di arrivare agli scontri i quali sono sicuramente molto più coinvolgenti.

La campagna è generata in modo casuale ed gni volta che iniziamo, la mappa del mondo e le singole battaglie in cui ci si trova sono tutte diverse. Questo dà molti incentivi a ripetere il gioco ed aumenta conseguente la longevità.

La campagna inizia con una mappa del mondo ed ogni obiettivo è chiaramente evidenziato. Puoi scegliere di esplorare il mondo alla ricerca di oggetti, trovare alberi o statue per potenziare temporaneamente le tue statistiche o attaccare nemici casuali. Prima di impegnarti in una battaglia ti viene data un’idea della difficoltà per vedere se ne vale la pena.

Una caratteristica che mi è piaciuta è che se il nemico è di livello molto basso puoi saltare la battaglia con una funzione di vittoria automatica, un modo per risparmiare tempo con gli scontri troppo facili e dedicarsi invece alle battaglie più interessanti. Ci sono ovviamente anche delle battaglie che non possono essere skippate e vanno per forza affrontate.

L’obiettivo di ogni battaglia è distruggere i nemici avversari. In alcune mappe i nemici sono chiaramente evidenziati, ma nelle battaglie più grandi è necessario esplorare l’area per rivelare dove sono nascosti i nemici. Se un eroe cade in battaglia, è perso per sempre, aggiungendo un ulteriore livello di cautela alle battaglie.

Inizi il gioco con solo tre eroi principali, ognuno dei quali ha i propri vantaggi specifici. Il guerriero è il migliore con la mischia e l’arciere e il mago sono più basati sulla distanza. Quando selezioni un eroe in una battaglia, ti viene data un’indicazione di quanto lontano puoi spostarlo e la variazione percentuale di un attacco che ha successo. Essere difensivi può essere una strategia utile. Invece di inseguire, puoi avere eroi a distanza che si trovano nelle vicinanze e sparano ai nemici che attraversano la loro linea di vista nel loro turno. La scelta è nostra.

Puoi far salire di livello ogni personaggio, personalizzare le sue abilità e modellarlo in una banda di eroi per adattarlo al tuo stile di gioco. Hai una base operativa principale nella mappa del mondo. Qui puoi costruire più edifici per aggiornare le statistiche dei tuoi eroi e reclutare nuovi eroi. Tutto a condizione che tu abbia abbastanza monete.

Una delle meccaniche più uniche del gioco è il poter usare l’ambiente per ottenere  vantaggio in battaglia. Puoi calciare i nemici contro gli oggetti o calciare gli oggetti o persino i nemici contro altri nemici per causare danni. Se un nemico si nasconde dietro un riparo, ad esempio un albero, puoi distruggere l’albero e guardare il tronco cadergli addosso causando ulteriori danni. Come giocatore hai un’abbondante scorta di strategie a tua disposizione per cambiare le sorti della battaglia. Nessuna di queste caratteristiche è obbligatoria per il successo, ma fornisce unicità alla formula.

La grafica è calda e colorata. La mappa del mondo è disegnata a mano con alcuni dettagli piuttosto interessanti aggiunti ai paesaggi. Ciò è particolarmente impressionante in quanto queste mappe sono generate casualmente proprio come le battaglie stesse. Quando entri in una schermata di battaglia, il focus grafico si sposta su uno stile 3D low poly. C’è un’atmosfera da cartone animato nel personaggio e nei design dei nemici. Una discreta quantità di colore dà vita agli ambienti della foresta e rende anche attraenti i sotterranei oscuri o i castelli.

Degna di nota l’eccellente colonna sonora orchestrale che è perfettamente realizzata per accompagnarti in battaglia.

In termini di prestazioni, ho trovato che il gioco funziona generalmente bene in modalità portatile e TV, tranne per un inconveniente. Nelle mappe dove c’era una grande quantità di nemici sullo schermo, quando si passava al proprio turno, a volte il gioco impiegava molto tempo per caricarsi mentre il nemico calcolava la sua mossa.

I tempi di caricamento iniziali sono piuttosto lunghi, quando si entra in una battaglia e quando si esce. I menu del gioco sono disordinati, devi anche utilizzare i grilletti per scorrerli. Complicato e innaturale da usare. Ma diciamo che dopo un po’ ci si fa la mano, magari in seguito con una patch o un sequel miglioreranno la gestione.

Ci sono molte opzioni in cui affondare i denti e tenerti occupato per una gran quantità di ore. Il gioco offre più impostazioni di difficoltà e più campagne da giocare. Le campagne ti terranno impegnato veramente a lungo ma fortunatamente possiamo salvare in qualunque momento e questa è una funzione veramente molto gradita.

Forse non ti piace la campagna o vuoi giocare con un amico? Puoi creare una schermaglia con una combinazione di combattenti umani e IA e passare semplicemente il controller a un amico quando è il loro turno. L’unico problema con il multiplayer è che non è un gioco pick up and play. Questo gioco richiede che entrambi i giocatori abbiano una certa esperienza delle meccaniche di gioco per ottenere il massimo da esso.

Se sei un fan di giochi di ruolo strategici allora Fort Triumph fa sicuramente per te grazie ad un’ampia varietà di opzioni adatte a giocatori di tutti i livelli. La generazione casuale fa si che ogni volta si inizi in modo diverso e la possibilità di salvare ovunque è una delle funzioni che ho molto apprezzato dato che non sempre ho molto tempo per giocare ed inoltre gioco spesso in mobilità.

Mi ci è voluto un po’ prima di apprendere le meccaniche, come interagirci e sfruttarle al meglio. Ma da quel momento in poi ho avuto veramente molte soddisfazioni.

Fort Triumph è un gioco che ha si alcuni difetti ma di sicuro vi coinvolgerà e vi farà passare tante ore a pianificare le varie battaglie al meglio possibile. Un titolo che vale veramente ogni euro speso per l’acquisto.

Non mi resta che dire: avanti tutta e mai indietreggiare!

Annuncio
RASSEGNA PANORAMICA
Voto Complessivo
7.8
Articolo precedenteGreen Phoenix, l’epico ed introspettivo sparatutto spaziale, è disponibile per Nintendo Switch e Steam
Prossimo articoloForge of Empires – Evento Estivo Forge Island