future-war-reborn-recensione-review-xbox-one-x-4k-hdr-games-paladins

Uno dei generi che resterà marchiato come evergreen è il Twin Stick Shooter, un misto tra il genere Sparatutto e un action visto dall’alto che unisce le qualità di entrambi per regalare ore di divertimento mentre aiutiamo il nostro protagonista nell’arduo compito che gli è stato assegnato, eliminando quanti più nemici cercando di restare in vita il più possibile… Ma non indugiamo oltre, e iniziamo a parlare della mia personale esperienza con Future War: Reborn.

E-Home Entertainment Development Co. Ltd, lo studio che si è occupato della creazione e dello sviluppo di questo titolo, ha deciso di fare il fatidico passo lanciando sul mercato un prodotto tipicamente nato e cresciuto per il mondo smartphone.

Non appena inizieremo la nostra nuova partita scopriremo che la nostra protagonista, dopo un lungo periodo di convalescenza, si risveglia in un mondo sconvolto da un cataclisma che ha trasformato il pianeta in un mondo post apocalittico dove la maggior parte dell’umanità è stata trasformata in morti viventi. La nostra protagonista, insieme ad una piccola quantità di esseri umani, restano gli unici sopravvissuti e dovranno affrontare terribili prove per avere una speranza di salvarsi.

Codici di giochi, abbonamenti, Gift Cards
Promozioni, Sconti, Codici, Offerte, Xbox One, Nintendo Switch, game code

Durante le nostre missioni avremo tre compiti da portare a termine prima di raggiungere il luogo di estrazione, oltre a quello di sterminare tutti gli zombie in quell’area, che può essere, per citarne una, il difendere la posizione mentre si attiva un puntatore laser. Il nostro equipaggiamento sarà composto da una mitragliatrice leggera, l’arma base su cui potremo fare sempre affidamento, una mitragliatrice pesante, che potremo richiamare in qualsiasi momento grazie ad un congegno da piantare nel terreno, un jet pack che potrà tirarci fuori da situazioni difficili e le immancabili granate pronte a far danni e strage di nemici dopo averle lanciate, ne disporremmo di 5 per tutta la durata del livello.

La nostra mitragliatrice, quella che rappresenta la nostra bocca di fuoco base, potrà essere potenziata per incrementare la quantità di danni che può infliggere a chiunque capiti a tiro. Oltre alla mitragliatrice pesante a farci da supporto Tyrannosaurus, un vero e proprio robot con cui, dopo esserci entrato dentro, faremo una vera e propria carneficina e ci sarà utile soprattutto quando i boss da battere saranno veramente ostici.

Ogni volta che completeremo una missione avremo delle ricompense, in base a quanti obiettivi abbiamo raggiunto nel gioco, che si traducono in oro, da spendere in potenziamenti per il nostro equipaggiamento, ed esperienza che aumenterà il nostro livello. Come ci si aspetta dal genere, più il nostro livello sarà alto e più armi ed equipaggiamento migliore potremo acquistare.

Durante il corso della nostra avventura avremo diversi tipi di nemici, non una diversificazione esagerata ma almeno quattro o cinque tipi diversi, ognuno con un proprio approccio. Avremo il classico zombie lento, quello più veloce, una variante di zombie con un braccio a tentacolo che potranno usarlo per attaccarci da lontano, altri di grandi dimensioni e più coriacei e i classici boss dalle dimensioni e potenza maggiorata. Oltre agli zombie però, saranno presenti anche altri tipi di nemici sottoforma di insetti modificati, complice l’olocausto apocalittico che ha scatenato la sua furia sulla Terra.

Una nota dolente è la presenza di solo sette livelli nel gioco, che permette di completarlo in meno di un ora o poco più, se andate sempre diritto eliminando solo il numero richiesto di zombie per il punto di estrazione per esempio. Inoltre, per gettare altra benzina sul fuoco, l’intero gioco può essere completato usando solo la nostra arma base, ovvero la mitraglietta che avremo dall’inizio del gioco, non dando nemmeno quel senso di grado sfida che potrebbe invogliare all’acquisto.

Dal punto di vista tecnico Future War: Reborn si presenta con una grafica non molto accattivante ma che svolge bene il suo lavoro. La visuale sarà quasi dall’alto e ci mostrerà una visuale a 45°, dandoci un’ampia prospettiva, ma in termini grafici non riesce a rendere come un qualsiasi altro titolo indie del suo calibro. Il comparto sonoro non è niente di speciale, ma riesce a fare bene il proprio lavoro. Da segnalare la mancanza della localizzazione nella nostra lingua, come per molti titoli indie, che può far storcere ancora di più il naso al futuro acquirente.

Le premesse di Future War: Reborn sono buone, ma non supera il risultato sperato. Con queste “piccole” pecche, che possono benissimo essere corrette con una patch, Future War: Reborn non riesce a compiere quel passo necessario per sganciarsi dalla categoria di titolo per smartphone e diventare un titolo adatto alle console casalinghe a tutti gli effetti. Consiglio cautamente l’acquisto, essendo adatto ad un ora del vostro tempo e nulla più, soprattutto per il rapporto qualità-prezzo che non invoglia all’acquisto di un titolo che risulta, anche dopo il porting, ancora ben ancorato agli standard per smartphone.

PRO
Buona varietà di nemici
Può divertire…
Visuale molto interessante

CONTRO
Mancata localizzazione
… ma la durata è molto breve
Rapporto qualità-prezzo