Galacide – Quando lo Shoot ‘em Up incontra il Puzzle Game – Recensione Nintendo Switch

Altra recensione, altro titolo indipendente per me. Questa volta è il turno di un gioco che sulla carta e da alcune immagini promette bene. Un gioco che mischia shoot em up ed elementi rompicapo.

Galacide, questo il suo nome. Sviluppato ed edito dallo studio indipendente Puny Human è arrivato da pochissimo su Nintendo Switch.

Questo sistema di gioco nuovo (almeno per me) che miscela Shoot ‘em up e puzzle sarà stato azzeccato funziona oppure no?

Trama

“Come parte della tua missione, caro Capitano, hai il compito di sradicare l’invasione aliena. Viaggerai attraverso la galassia e visiterai luoghi unici come campi di asteroidi, pianeti, depositi minerari e discariche spaziali – Ogni luogo ti avvicinerà sempre di più alla fonte dell’invasione! Mantieni la concentrazione, supera i Bitwall e salva l’universo da questa minaccia.”

Il Gioco

Galacide  è uno shoot em up con grafica 2.5D che combina l’azione frenetica dei classici sparatutto spaziali con il tatticismo ragionato dei rompicapo. 

L’idea alla base del progetto non è affatto male se non fosse che… (ve lo dico tra un po)

Il titolo è ha tre modalità

  • Campagna
  • Senza Fine
  • Rompicapo

Esclusa la modalità Tutorial, fatta tra l’altro molto bene. Ah, state attenti che se per caso ad un certo punto non fate bene ciò che viene detto rischiate di rimanere bloccati e dover rifare tutto il tutorial da capo uscendo dal gioco. (esperienza personale)

Modalità Campagna: La classica modalità storia, scegliamo la nostra navicella ed affrontiamo le sei missioni che la compongono

Modalità Senza Fine: Si sblocca dopo una certa missione della modalità campagna. In senza fine, lo scopo è arrivare il più avanti possibile (superato per la prima volta il livello 6 si ottiene, tra l’altro, una nuova navicella da selezionare nella schermata pre partita di qualsiasi modalità)

Modalità Rompicapo: In questa modalità bisogna completare scenari progressivamente più difficili studiando bene le mosse da fare. Questa è forse la modalità più riuscita del titolo e la più caratteristica. Venticinque rompicapo totali uno diverso dall’altro sia come elementi sullo schermo che come difficoltà.

Per giocare a queste tre modalità dovremo scegliere una delle quattro navicelle giocabili. Tre di esse sono da sbloccare dopo aver completato alcuni obbiettivi in game.

Ognuna di queste navicelle ha caratteristiche ed abilità proprie che si differenziano dalle altre. Velocità di movimento, potenza di fuoco, abilità e via discorrendo.

Nave mineraria – Una nave da miniera per asteroidi modificata, questo mezzo di trasporto ha un solido equilibrio di agilità, forza e potenza di fuoco ed è dotata di un potente raggio traente utilizzato per attirare i rottami nemici. Navicella base, forse la migliore con la quale prendere confidenza delle meccaniche di gioco e superare i vari ostacoli.

Nave di fase – Un esperimento militare top-secret, questa nave è in grado di muoversi molto velocemente ed attraversare temporaneamente il Bitwall, schivando gli attacchi nemici. Questa navicella si sblocca superando il livello sei nella modalità senza fine.

Nave militare – Lo standard accettato per i conflitti militari, questa nave vanta un’enorme forza e potenza di fuoco. I missili Homing si attaccano ai bersagli e possono esplodere attraverso il Bitwall, creando il proprio percorso. Una navicella completa che faciliterà il compito di raggiungere il boss finale. Si sblocca la prima volta che si completa la modalità campagna.

In modalità campagna e senza fine potrete scegliere la difficoltà di gioco tra: normale, difficile od esperto.

Gameplay

L’ambiente di gioco è quello più classico: campi di asteroidi, pianeti, depositi minerari e discariche spaziali. Lo scopo: fermare l’invasione aliena. 

Per farlo, una volta scelta la nostra navicella, non dovremo far altro che abbattere le torrette, evitare i raggi laser ed i vari proiettili ed infine distruggere le navicelle aliene, tutte praticamente identiche, si distinguono solo per grandezza i tipi di proiettili sparati. Ogni nemico abbattuto rilascia un sfera colorata o un potenziamento momentaneo. In mezzo a tutto ciò ci sono fasi di gioco, mentre si è intenti a schivare avversari pigri che tutto fanno tranne che colpirci, piene di muri (container?) colorati d’abbattere mediante sfere corrispondenti al colore del muro. In parole povere: una sorta di Bust-A-Move spaziale.

Pallina viola abbatte tre container viola, l’arancio quelli arancio e così via. Lo scopo? Farsi strada per raggiungere la fine del livello. In tutto questo caos controllato lo scorrere del livello (lentissimo) non si ferma davanti a niente e nessuno e non vede l’ora di schiacciarvi a mo di pressa contro questi ammassi di container colorati.

Quindi, ricapitolando: Nemici tutti uguali alternati a qualche torretta e raggio laser. Sfere colorate da raccogliere. Far saltare i container colorati per farsi strada. Evitare di venire schiacciati dallo scorrimento del livello. Ma non è tutto!

Arrivati alla fine di ogni livello c’è uno scontro boss ad attenderci… Questi scontri sono pressoché noiosi, forse solo uno è divertente, gli altri sembrano soltanto dei riempitivi.

Dopo neanche un’oretta di gioco eccoci arrivati ai titoli di coda con quel senso di… mah…

Caratteristiche Tecniche

Il gioco presenta dei buoni comandi. La mappatura dei tasti è molto buona e, nonostante ci siano un pochino di cose da tenere a mente (sparare i proiettili, usare il potere, raccogliere la sfera colorata e nel caso di quella errata, scartarla) impararli è davvero un gioco da ragazzi.

Il problema è il ritmo di gioco che sembra troppo seduto. Non c’è mai quella sensazione di vera sfida. Forse solo nella modalità rompicapo si sente un pochino questa sensazione. Il resto è un susseguirsi di copia e incolla.

Galacide ci da la possibilità di giocare, la campagna e la modalità senza fine, in cooperativa locale per quattro giocatori. Molto divertente ma altrettanto caotica.

In modalità portatile ed in modalità TV non presenta particolari problemi. Stesso discorso sul fronte puramente tecnico: nessun bug, calo di frame o altro malfunzionamento.

Musica e Audio

Il reparto audio è buono. Belli gli effetti sonori, ed i suoni in generale. Discorso diverso per la musica. Una sola traccia per tutta la durata dell’avventura. All’inizio è piacevole ma al decimo ascolto comincia a stimolare di parecchio il sistema nervoso. A parte questo, il genere della canzone si può definire tranquillamente epico strumentale o più tecnicamente musica score (genere musicale colonne sonore in stile Hollywoodiano).

Localizzazione

Il titolo è tutto completamente in inglese. Questo non da particolari problemi visto che le (poche) battute all’interno del gioco sono molto scarne di contenuti. Si limitano a descrivere un paio di situazione e il perché state affrontando questa missione (sconfiggere gli alieni).

Conclusione

In Galacide, dovrete equilibrare attentamente gli scontri con i nemici e farvi strada attraverso il Bitwall (i muri di container) poiché trascurare una o entrambe le cose porterà sicuramente quasi sicuramente alla perdita di una vita.  Il gioco ha una meccanica originale sfruttata a metà. Purtroppo pecca di una ripetitività e di un un design dei nemici pigro che, dopo un paio di missioni, ci si annoi perché sembra ci giocare sempre nello stesso livello se non fosse per gli sfondi. Sicuramente è un titolo che in quattro fa passare un’oretta di svago ma in solitaria, modalità rompicapo a parte, porta un poco alla noia.

Pro

  • Idea
  • Graficamente carino
  • Multiplayer

Contro

  • IA
  • Gameplay Ripetitivo
  • Musiche
  • Assenza Classifica