Google svela alla GDC di San Francisco il suo servizio gaming in streaming Stadia, uno strumento che permette di giocare fino a 4K e 60fps su qualsiasi dispositivo tramite il Cloud ad una varietà di titoli.

L’obiettivo è quello di rendere il gaming accessibile a tutti, tramite utilizzare Chrome, una piattaforma non solo capace di dare accesso alla navigazione web quindi. La piattaforma sarà accessibile a tutti da laptop, PC Desktop, dispositivi mobile o una TV con Chromecast, non solo, si potrà passare da un device all’altro come nulla fosse e senza interrompere la partita.

Youtube, nella visione di Google, si trasformerà in un HUB tramite il servizio l’Instant Access. In pratica quando ad esempio state guardando un video gameplay di Assassin’s Creed Odyssey sulla famosa piattaforma, comparirà un pulsante Play. Premendo sul pulsante nell’arco di 5 secondi sarete proiettati all’interno del videogioco.

Stadia sarà giocabile con qualsiasi PAD, ma la grande G ha pensato ad un controller ufficiale che oltre ai pulsanti classici e quelli per lo share, presenta un pulsante specifico per l’assistente Google, che potrà essere utilizzato per farsi suggerire le giuste azioni da compiere per superare un determinato punto del gioco, nella conferenza stampa è stato mostrato una sequenze di Rise of the Tomb Raider.

Tecnicamente il servizio offre davvero un’interessante qualità con giochi in streaming fino a 4K e 60 fps, e in futuro Google ha svelato che la qualità del supporto per giochi salirà fino a 8K e 120 fps! (salvo connessione). Tutto questo ben di dio è possibile grazie a piattaforme sui server davvero performanti grazie alla Google “Stadia GPU” una custom GPU di AMD dotato di una potenza grafica nettamente maggiore di quella disposizione di una Xbox One X o di una PS4 Pro. Anzi a ben vedere la GPU offre 10,7 TFLOPS, equivalente alla somma dei 6 TFLOPS di Xbox One X e i 4,2 TFLOPS di PS4 Pro tutto sorretto da 16 GB di RAM.

Al momento Google non ha svelato i giochi che saranno disponibili con il servizio, previsto per il 2019, sappiamo solo che Ubisoft, Bethesda ed altri publisher supporteranno il servizio così come lo faranno i maggiori maggiori motori grafici come Unreal Engine e Unity. Il gigante dei motori di ricerca ha poi svelato la nascita di Stadia Games and Entertainment, una società che si occuperà di portare nuovi giochi ed esperienze su Stadia con a capo di Jade Raymond, ex Ubisoft e Electronic Arts.

Maggiori informazioni sul servizio saranno svelate nei prossimi mesi che noi di www.GamesPaladins.IT vi ripeteremo.