Habroxia 2 – Recensione Nintendo Switch

Habroxia 2, il seguito dello sparatutto spaziale in stile retrò di Lillymo Games  uscito nel 2019, arriva su PS4, PS Vita, Switch, Xbox One e PC / Steam il 3 febbraio grazie al publisher Eastasiasoft.

La versione da me provata è quella per Nintendo Switch, console che personalmente preferisco per giochi retrò / old style, specialmente utilizzandola in modalità portatile.

Trama

Come nella maggior parte di questo tipo di giochi, la trama è inesistente ma per dovere di cronaca riporto quella che è presente negli store digitali: “A seguito di un brutale attacco contro lo Spazio Libero, l’umanità invia navi di ricognizione nel sistema stellare da cui è partita l’aggressione. Ma quando uno dei piloti non fa ritorno a casa, il compito di ritrovarlo toccherà a sua figlia, la talentuosa pilota stellare Sabrina.

Tutorial

Il gioco inizia subito con un tutorial che devo dire è semplice, efficace e velocemente ci illustra i comandi che abbiamo a disposizione per affrontare i nostri nemici. In pochi secondi avremo già capito come muoverci nel gioco e saremo pronti ad iniziare.

Comandi

I comandi sono pochi e facilmente memorizzabili. I due stick analogici per il movimento e il fuoco principale, i due tasti dorsali per sparare raffiche di missili dal retro o dal fronte della nostra navicella ed i grilletti per utilizzare dei potenziamenti raccolti e per utilizzare il boost (accelerazione).

Gameplay

Habroxia 2 è uno sparatutto spaziale a scorrimento orizzontale ma anche verticale (questa è una bella cosa, lasciatevelo dire) con libertà di movimento della navicella in tutta l’area dello schermo e rientra nella categoria dei twin-stick shooter in quanto i comandi per il movimento e per lo sparo principale sono affidati agli stick analogici.

L’innovazione principale di Habroxia riguarda lo scorrimento dei livelli. Alcuni iniziano in modalità orizzontale mentre altri iniziano in verticale ma non solo. Abbiamo anche livelli ibridi dove il tipo di scorrimento cambia ed il tutto in modo molto veloce e fluido senza creare problemi o spezzare il ritmo di gioco.

Lo scopo del gioco rientra nel classico per questo genere di shooter ovvero fare punti eliminando i vari nemici che ci vengono incontro (possono essere volanti o ancorati a pareti e terreno), raccogliere gli eventuali power-up, affrontare gli eventuali Boss di fine livello per poi passare agli schemi successivi che possiamo selezionare dall’HUB di gioco dove troviamo anche una base spaziale in cui possiamo andare per acquistare potenziamenti per la nostra navicella.

Abbiamo anche la possibilità di vendere i potenziamenti acquistati per ricavare valuta da usare per poter provare altri potenziamenti senza per questo dover fare di nuovo dei livelli. Una funzione molto gradita quella della funzionalità di shop & sell.

La sequenza dei livelli da affrontare è di tipo ramificato pertanto potremo scegliere quale livello affrontare in modo non lineare, diversamente a quanto di solito accade in titoli di questo tipo.

In alcuni shooter spaziali dobbiamo prestare attenzione a non “toccare” le varie superfici ma in Habroxia 2 non dobbiamo fare tanta attenzione alle pareti o al terreno in quanto non creano nessun danno alla navicella. Le parti delle superfici a cui bisogna stare attenti sono quelle iniziali e finali, spigoli e blocchi frontali. Quelle si che arrecano danno e possono portarci al game over. Nota: vari blocchi di frontali possono essere attraversati utilizzando il boost.

Il gioco effettua il salvataggio automatico solamente al completamento del livello e dopo aver sconfitto il boss. Questo puo’ dare un po’ di frustrazione in quanto spesso capita di aver fatto benissimo tutto il livello ma per qualche errore si perde la battaglia contro il boss e ci tocca rifare tutto dall’inizio. Avrei preferito che ci fosse un salvataggio pre-boss per evitare di buttar via quanto fatto prima dello scontro finale.

Abbiamo la possibilità di personalizzare l’arsenale delle nostre navicelle ed avere fino ad un massimo di 64 potenziamenti permanenti dandoci così la possibilità di affrontare in modo equilibrato la progressione del gioco che presenta una ben calibrata curva di difficoltà che cresce gradualmente senza portarci mai a livello di frustrazione.

Non c’è la possibilità di scegliere un livello di difficoltà ma possiamo poi sbloccare, terminando il gioco, la modalità New Game+ dove i nemici ed i Boss saranno molto più agguerriti.

A livello di modalità sbloccabili troviamo anche la Boost Rush Mode, una corsa veloce che metterà alla prova i vostri riflessi e la Boss Rush Mode dove (come intuibile dal nome) ci troveremo ad affrontare consecutivamente ben 22 boss.

In tutte le modalità è presente il supporto rumble per cui se veniamo colpiti o se andiamo a sbattere contro navicelle, pareti o nemici avvertiremo la vibrazione. I comandi di gioco rispondono perfettamente senza indecisioni, sia usando i joy-con che usando il Pro Controller.

Grafica

Habroxia 2 si presenta con una piacevole grafica in pixel-art. Le nostre navicelle, i nemici, i fondali (fissi e scorrevoli) ed i boss… tutto è stato ben curato dai grafici del team di sviluppo. Ottime anche le scelte cromatiche che ci permettono di distinguere chiaramente navicella, nemici, power-up e tutto il resto.

I vari nemici presenti a schermo e la nostra navicella sono facilmente visibili e godono di movimento fluido. Il tutto senza cali di frame rate, neanche nelle situazioni in cui abbiamo tanti nemici a schermo. Ho giocato sia in modalità portatile che in modalità TV.

Longevità

Il gioco ci potrà intrattenere per un bel po’ di tempo (riferendomi alla media di questa tipologia di giochi) non solo grazie alle modalità aggiuntive sbloccabili (New Game+, Boost e Boss) ma anche al rigiocare i vari livelli a nostra scelta dopo aver potenziato la nostra navicella ed allo scopo di migliorare il punteggio. Se vogliamo terminarlo in modo veloce potremo terminare il gioco in 5-7 ore circa. Volendo sbloccare tutto quello che il gioco ci mette a disposizione si va sulla decina di ore. Le modalità aggiuntive lo rendono quasi infinito se vogliamo di volta in volta migliorare i nostri punteggi.

Musica

Le varie soundtrack presenti nel gioco sono di tipo chip-tune e per giocatori di vecchia data come me sono veramente oro. Sono tutte di tipo old-style e devo dire che mi hanno fatto rivivere l’atmosfera di quando ero ragazzo e giocavo sulle prime console o sui primi cabinati. Tutte le tracce musicali si combinano veramente molto bene con il ritmo di gameplay del gioco.

Note

Una patch minore sarà rilasciata prima del lancio su Xbox, Steam e Switch (già attiva per PS4 / Vita). La patch includerà:

  • la possibilità di sparare utilizzando un pulsante  anzichè lo stick destro
  • 5 crediti per ogni astronauta reclutato
  • un’opzione per far avanzare il tutorial senza dover raggiungere il tempismo perfetto.

Conclusioni

Habroxia 2 è sicuramente un gioco che farà felici tutti gli amanti degli space shooter old-style con pixel art e soundtracks in chip tune ma risulterà anche piacevole da giocare per tutti gli altri gamers grazie ad una ben calibrata difficoltà, un gameplay semplice ed immediato, poca frustrazione (nel caso in cui si perde contro il boss e bisogna rifare il livello) ed un discreto rapporto qualità-prezzo.

Alcune nuove idee sia nel gameplay che nel design dei livelli donano al titolo il giusto equilibrio tra stile retrò e giocabilità moderna.

Il mio personale commento da amante di questo genere di giochi è: “Imperdibile per tutti i fan degli sparatutto spaziali retrò”.

Pro

  • Gameplay semplice ed immediato
  • Grafica in Pixel Art ben curata
  • Innovativo nella modalità di scorrimento dei livelli
  • Atmosfera Retrò
  • Soundtracks Chip Tune
  • Gira bene sia in modalità portatile che TV
  • Modalità sbloccabili che aumentano la longevità

Contro

  • Livello di difficolta non selezionabile
  • Mancanza di salvataggio pre-boss
  • Qualche livello in più non avrebbe guastato
Annuncio
RASSEGNA PANORAMICA
Voto complessivo
8.5
Articolo precedenteLo straordinario J-RPG che vi farà viaggiare nel tempo, Cris Tales, in arrivo a luglio
Prossimo articoloEldest Souls arriverà su generazione attuale, generazione precedente, Switch e PC nel secondo trimestre del 2021