Kill It With Fire – Recensione Xbox One

Immaginate di essere da soli sul nostro pianeta, senza nessun’anima viva a farvi compagnia. Vi piacerebbe, vero? Ma se vi dicessi che, in realtà, non siete davvero gli unici e dovete convivere con… dei ragni?

Sono sicuro che sarete capaci di sterminarli dal primo all’ultimo, non è così? Allora smettete di immaginarlo e tuffatevi nello strano mondo di Kill It With Fire!

Casey Donnellan Games LLC, l’unico è solo sviluppatore del titolo e che ha realizzato e ideato, grazie alla pubblicazione da parte di tinyBuild, è riuscito ad arrivare anche sul mercato videoludico console e mobile per smartphone con un gioco dall’input davvero semplice ma che saprà incuriosirvi davvero per bene e non con una storia davvero eclatante o sorprendente ma semplicemente con il suo gameplay davvero… semplice.

L’input iniziale di Kill It With Fire ci fa capire fin da subito quale sarà il nostro compito fin dall’inizio. Siamo all’interno di una casa che somiglia a tutte le altre, tranne per una caratteristica: è piena zeppa di ragni! Non appena verremo a conoscenza di questa presenza mal vista, inizieremo a compiere una vera e propria strage con ogni tipo di arma ci capiti a tiro e che potremo utilizzare per eliminare questa invasione.

Partendo dal semplice blocco degli appunti, sul quale potremo leggere anche le missioni da svolgere e portare a compimento, finiremo per tenere nel nostro comodo inventario davvero un piccolo arsenale tra cui pistole, fucili automatici e non, bazooka, una padella e delle soffici palline al formaggio disponibili in vari gusti.

Ogni area che visiteremo è composta da altre zone esplorabili, ma più piccole, a cui avremo accesso solo dopo aver eliminato un numero ben preciso di aracnoidi. Una volta soddisfatta la quantità esatta potremo sbloccare la porta da cui avremo accesso alla nuova area.

I nostri nemici però sono furbi e di vario genere, alcuni dei quali saranno più difficili da acchiappare e dare loro una morte piuttosto rapida. Oltre al ragno regina, che alla sua morte genera quattro nuovi piccoli nemici, avremo quelli base, di tipo esplosivo, saltellanti, lanciatore di ragnatele in grado di infastidire lo schermo per qualche secondo, quelli invisibili e quelli radioattivi, capaci di risvegliare i loro compagni caduti tramutandoli in zombie.

Ognuno di loro sarà ben riconoscibile, anche se qualcuno sarà più resistente e difficile da trovare degli altri, ma in nostro aiuto viene uno strumento davvero importante, ovvero il radar portatile. Grazie a questo congegno di alta tecnologia, potremo cercare con precisione sempre maggiore i nostri piccoli e fastidiosi nemici così da non essere presi alla sprovvista e portare a termine la loro caccia senza troppi intoppi, anche se la sua batteria non durerà per sempre (almeno all’inizio).

Sia le abilità del nostro radar che quelle personali potranno essere aumentate tramite il ritrovamento di due tipologie di potenziamenti: i primi, sottoforma di circuiti, andranno a migliorare la durata della batteria, la precisione della posizione dei ragni, delle batterie da spendere per abilitare le nuove funzioni e i potenziamenti stessi, oltre ad aggiungere qualche feature davvero interessante come, per citarne una, l’abilità di vedere i ragni attraverso i muri, mentre i secondi saranno racchiusi in una pratica confezione regalo e ci permetteranno di portare più armi nella barra rapida di selezione, scattare, buttare gli oggetti più lontano e, solo alla fine, guadagnare munizioni infinite per rendere la nostra opera di estinzione ancora più divertente e distruttiva.

Dal punto di vista tecnico Kill It With Fire si presenta con un comparto tecnico davvero ben realizzato, anche se ho riscontrato qualche piccolo problema come cali di frame, freeze della durata di qualche secondo e, una sola volta, un crash totale del gioco che mi ha obbligato a forzare la chiusura della sessione in corso.

Dal lato grafico noteremo fin da subito che il risultato finale risulta ben elaborato e gradevole alla vista, senza sbavature di nessun tipo. Stesso discorso per il comparto sonoro che accompagna la nostra opera di distruzione con effetti davvero convincenti. Il titolo è disponibile in varie lingue, tra cui l’italiano, ma tutte in versione scritta vista la mancanza totale di dialoghi.

Kill It With Fire è un titolo che saprà davvero conquistarvi con la sua semplicità, lasciandosi giocare anche in una sessione lunga vista la sua durata di 4 ore scarse, che con il prezzo stabilito offre un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Se siete alla ricerca di un titolo non impegnativo e che vi faccia trascorrere qualche ora tranquillamente senza nessuna pretesa, allora questo è il titolo che fa per voi (e che vi consiglio caldamente di acquistare).

Pro

  • Semplice, ma efficace
  • Tante armi devastanti
  • Un buon fattore di distruttibilità

Contro

  • Cali di framerate
  • Freeze brevi
  • Crash del gioco, ma sporadico
Annuncio
RASSEGNA PANORAMICA
Voto Complessivo
7.8
Articolo precedenteHarvest Moon: One World ora disponibile su Nintendo Switch
Prossimo articoloMilestone e Feld Entertainment annunciano l’uscita di Monster Energy Supercross 4
Allevato dai bit del Commodore 64, ho sviluppato una passione col crescere del tempo che non ho mai rimpianto o sostituito con altro. Cresciuta di console in console, ho deciso di intraprendere la via della tastiera per cimentarmi nell'unica cosa in cui sarà bravo, forse, in tutta la mia vita... Parlare di videogiochi!