Lego Marvel Super Heroes 2 – Recensione Xbox One

Molti sono i giochi che hanno fatto divertire, e fanno divertire ancora, milioni di bambini e ragazzi durante le loro ore di gioco spassionato. Che servissero per costruire case, castelli o lussuose ville poco importava perché qualche mostro l’avrebbe di sicuro distrutta e il nostro team di eroi di li a poco l’avrebbe sistemato per le feste. Proprio come succede nel titolo di cui vi parlerò oggi. Ecco la mia personale esperienza con Lego Marvel Super Heroes 2.

Traveller’s Tale, lo studio che si è occupato dello sviluppo di questo titolo, non s’è lasciata sfuggire l’occasione di portare sulle nostre amate console un videogioco che racchiude in se tantissimi eroi, conosciuti e non, che uniranno le loro forze per sconfiggere il cattivo di turno.

Non appena ci tufferemo in questo pazzo mondo di fantasia che ci proporrà un’avventura senza eguali che seguirà cronologicamente gli eventi del primo capitolo, ci ritroveremo ad affrontare un nuovo pericolo che minaccia non solo questo universo ma anche gli altri multiversi.  Anche se i nostri eroi si occupano di sventare il crimine che abbonda nelle strade delle città, il male è sempre in agguato. Questa volta è Kang il Conquistatore a tramare nell’ombra rubando porzioni di mondo dai vari universi per riunirli in un’unica terra chiamata Chronopolis. I nostri eroi quindi si ritroveranno a cooperare aiutandosi a vicenda per riuscire a risolvere questa crisi e sventare il piano malvagio di Kang.

Oltre agli eroi classici e molto famosi come Capitan America e Spiderman il titolo conta la presenza di altri eroi meno conosciuti come Iron Duck e Carnom, che dovranno iniziare un viaggio tortuoso e molto pericoloso imparando a fidarsi l’uno dell’altro per riuscire nel loro nobile intento. Molte saranno le ambientazioni in cui potremo muoverci liberamente, tutte ispirate alle pellicole cinematografiche dell’universo Marvel come, per citarne qualcuna, Wakanda, Asgard, Lemuria e tante altre, tutte unite in un unico luogo dove potremo avere accesso ai vari livelli in cui si svolgerà la storia e che poi, come consuetudine del genere di questi titoli targati LEGO, potremo visitare tutte le volte che vogliamo per raccogliere i collezionabili sparsi, in gran quantità, nel livello a cui non avevamo nessuna possibilità di accesso per mancanza di quel determinato personaggio con quella particolare abilità che ci permetterà a colpo sicuro di recuperarlo.

Come possiamo intuire quindi, Lego Marvel Super Heroes 2 riprende le due fasi principali di gameplay che caratterizzano tutti i titoli di questo brand, ovvero la fase a livelli e la fase openworld. Durante lo svolgimento della prima fase, che si attua ogni volta che giocheremo uno dei livelli del gioco, potremo scambiarci con un tot di personaggi impostati dal titolo per affrontare la porzione di storia che si svolge in quel livello, questo discorso però va fatto solo la prima volta che lo affronteremo perché in quelle seguenti potremo scegliere noi chi portarci dietro, dove le fasi esplorative verranno alternate a fasi di combattimento contro piccoli gruppi di nemici.

Ogni enigma che ci verrà proposto per andare avanti nella storia, o per sbloccare il percorso che ci porterà ad un collezionabile, potrà essere risolto solo da uno dei personaggi che ha quell’abilità particolare. Per esempio, se troviamo una serratura che per essere attivata ha bisogno dell’inserimento di unghie e simili dovremo usare solo un personaggio che avrà quella capacità come, per citarne uno, Pantera Nera. Le abilità che dovremo usare sono tantissime ed ognuna diversa dall’altra. C’è chi può volare, chi spara ragnatele, attivare interruttori con lo scudo o, addirittura, chi può manipolare lo spazio e il tempo per i propri scopi.

La seconda fase invece, quella openworld, è quella in cui ci sposteremo da un luogo a un altro, generalmente dal livello appena terminato al portale del nuovo livello, dove potremo interloquire anche con personaggi secondari con cui scambiare semplicemente quattro chiacchiere o per ricevere le classiche missioni sidequest che ci faranno guadagnare mattoncini, la valuta del gioco, e aumenteranno la percentuale di completamento del gioco così come la raccolta dei collezionabili, le gare e le varie sfide per coloro a cui piace completare tutto di un gioco per ottenere la fatidica percentuale completa a tre numeri.

Oltre alla classica modalità storia in Lego Marvel Super Heroes 2 è presente anche una divertente quanto impegnativa modalità a quattro giocatori dove si potranno affrontare sfide a squadre in tutti contro tutti o squadra contro squadra. Quest’aggiunta porta con se una movimentata novità che dona qualche ora di divertimento in più a quella proposta dalla sola componente in single player. Purtroppo, e mi tocca dirlo, potrebbe presentarsi in diverse occasioni qualche rallentamento del gioco soprattutto quando ci ritroveremo un bel gruppetto di nemici sullo schermo o quando giocheremo in split screen con uno o tre amici, per un totale massimo di quattro giocatori sia in locale sia online.

Dal punto di vista tecnico Lego Marvel Super Heroes 2 si presenta in una veste grafica che non delude le aspettative. Colorata e dai colori accesi  dona sia ai paesaggi variopinti sia ad ogni singolo eroe che comporrà la nostra squadra un aspetto del tutto realistico senza tradire lo stile fumettoso da cui discendono.

È stato eliminato inoltre quel fastidiosissimo effetto taglio, o comunemente detto tearing, che affliggeva i capitoli precedenti, innalzando il suo livello qualitativo. Anche il comparto sonoro compie egregiamente il suo compito principale, fungendo da ottimo sottofondo al susseguirsi della storia. Degno di nota è il doppiaggio in lingua italiana, come accade da qualche anno.

Lego Marvel Super Heroes 2 è un titolo che, come i fan dei giochi Lego sapranno bene, saprà soddisfare qualsiasi giocatore indipendentemente dalla sua età. Divertente con il suo umorismo e con una gran quantità di personaggi giocabili difficilmente saprete resistere dall’acquistarlo dopo averlo provato anche per qualche minuto. Consiglio caldamente l’acquisto per le ore di divertimento che ha da offrire, con un grado sfida non troppo basso ma che saprà tenervi incollati allo schermo per molto tempo.

Voto Complessivo: 8.0

Pro
Openworld ben realizzato…
Grafica stupenda…
Gran quantità di personaggi
Modalità sfida intrigante

Contro
Open World forse un po’ dispersivo
Grafica che più o meno resta invariata
Non mancano i rallentamenti

compworld smartphone, pc, tablet, vendita, assistenza, riparazione

RASSEGNA PANORAMICA
Voto Complessivo
8.0
Articolo precedenteHideki Kamiya parla del suo desiderio di lavorare ad un nuovo Devil May Cry
Prossimo articoloXenoblade Chronicles 2: svelata la lista dei Brani delle Colonna Sonora
Allevato dai bit del Commodore 64, ho sviluppato una passione col crescere del tempo che non ho mai rimpianto o sostituito con altro. Cresciuta di console in console, ho deciso di intraprendere la via della tastiera per cimentarmi nell'unica cosa in cui sarà bravo, forse, in tutta la mia vita... Parlare di videogiochi!