Mortal Kombat 11 Ultimate – Recensione PlayStation 4

Tra i tanti titoli del genere picchiaduro solo una saga riesce a divertire i suoi utenti con sangue, smembramenti, mosse speciali e magie strane ma funzionali. Ritorna per il nostro divertimento Mortal Kombat 11 in versione Ultimate, per continuare a saziare la vostra brama di sangue e violenza.

NetherRealm Studios, un team di persone capaci di cui non devo sicuramente fare le presentazioni, in vista dell’entrata in scena della nuova generazione ha ben pensato di tirare a lucido uno dei suoi capolavori più riusciti e che ad ogni capitolo rilasciato ha accontentato milioni di giocatori in tutto il mondo, fornendo sul mercato videoludico una versione Ultimate di Mortal Kombat 11.

Uscito nella sua versione base nel 2019, ha avuto un supporto davvero forte e sostenuto durante questi anni guadagnando tanti nuovi personaggi, nuove skin a tema e un continuo alla sua storia base ben dilazionati nel tempo e che hanno sempre ben solleticato i fan di lunga data e i neofiti curiosi che si sono appassionati per la prima volta con questo undicesimo capitolo.

In questa nuova edizione avremo tutto già compreso nel pacchetto senza dover acquistare nient’altro a parte, e in più potremo godere dei benefici grafici e non della nuova generazione di console, arrivate da poco sulle nostre scrivanie.

La storia dal primo capitolo fino ai giorni nostri è davvero variegata e confusionaria, tanto che non potrei descriverla a parole (nemmeno raccontarla in questa recensione mi risulterebbe facile), ma posso parlarvi degli avvenimenti che accadono in questo capitolo (come la prassi vuole e siete abituati leggendo le mie recensioni).

Nella Parte 1 del gioco dovremo fare tutto quello che è nelle nostre capacità per fermare Kronica, una guerriera tanto scaltra quanto fatale, dea capace di controllare le Sabbie del Tempo che decide, dopo un’attenta analisi sugli equilibri del bene e male, di eliminare Raiden i suoi visto che la sua esistenza puntava l’asta dell’equilibrio perennemente a far primeggiare il bene sulla sua controparte portando uno squilibrio tra le due forze.

Così facendo però, verrà innescato un susseguirsi di eventi in cui gli altri lottatori dovranno affrontare il loro destino combattendo contro la dea in bianco chiudendo questa nuova linea temporale alternativa e riportando tutto alla normalità, anche se le cose saranno più facile a dirsi che a farsi visto che Kronica possiede un’abilità davvero potente con la quale può richiamare in vita qualsiasi guerriero morto, pretesto per tirare dentro vecchi e iconici personaggi della saga, e porlo a sua difesa per contrastare l’avanzata degli eroi.

Nella seconda parte, ovvero l’espansione chiamata Aftermath, avremo come protagonisti solo un minuscolo manipolo di lottatori, formato da Shang Tsung, Nightwolf, Fujin e Sindel, che cercheranno di contrastare a loro volta Kronica anticipando le sue mosse, sottraendole la corona, così da preservare l’intera linea temporale ed evitare che subisca dei danni.

Oltre alla modalità Storia possiamo spaziare con la Torre del Tempo, una modalità in cui affronteremo in sequenza alcuni dei 35 lottatori totali (lista che include anche il trio recentemente annunciato composto da Rambo, Mileena e Rain) in una delle varie torri disponibili, ognuna delle quali avrà le sue regole e darà accesso a delle ricompense che aumenteranno il vestiario a disposizione per ogni lottatore. Inoltre, non mancheranno le casse premio da acquistare spendendo il denaro che guadagneremo semplicemente giocando a una qualsiasi delle modalità.

Anche se la storia di questo titolo risulta davvero ben strutturata e fluida, anche se qualche buco di trama c’è e si vede, il vero punto focale è rappresentato dai combattimenti. Gli sviluppatori non si sono risparmiati nemmeno questa volta, confermando la loro alta abilità nella creazione di un picchiaduro che rispecchia in tutto e per tutto questa parola.

La fluidità nei colpi inferti e subiti, più questi ultimi che i primi nella mia esperienza personale, raggiunge un livello di qualità davvero alto nella sua semplicità di esecuzione che lascerà a bocca aperta gli appassionati di arti marziali e non, anche quando useranno le loro armi in dotazione per lo svolgimento delle tecniche e delle prese più complesse, ma altrettanto soddisfacenti.

Per apprendere ogni mossa e diventare sempre più bravo, sono presenti esaustivi tutorial che ci insegneranno tutte le combinazioni di mosse possibili per ogni personaggio. Meglio di così?

Il lato tecnico di Mortal Kombat 11: Ultimate Edition è davvero ben realizzato in ogni sua sfaccettatura, anche se non ho potuto apprezzare ancora un’assaggio della next-gen, in quanto faccio parte di quella piccola percentuale che non ha ancora acquistato la nuova PlayStation 5 ma gioca ancora con la sua PlayStation 4 Slim.

La qualità dei modelli poligonali, degli stage e la fluidità dei movimenti lascia “storditi” dalla sua bellezza dopo ogni round, complice anche gli ettolitri di sangue che gronderà dal nostro avversario o le ossa e gli organi che distruggeremo attraverso le X-Ray.

Il comparto sonoro risulta essere davvero azzeccato composto da musiche di intrattenimento ed effetti sonori che danno ai combattimenti quel senso di realtà e immersione che ogni giocatore cerca nei picchiaduro ma che difficilmente riusciranno ad avere. La localizzazione completa in italiano, sia parlato che scritto, risulta sublime e senza sbavature.

Mortal Kombat 11 Ultimate Edition conferma ancora una volta l’ottima qualità di un titolo che ha già fatto parlare di se fin dalla sua uscita, continua tutt’ora e continuerà ad essere supportato per ancora molto tempo.

Se non l’avete mai provato prima d’ora, fatelo immediatamente! Sia che siate neofiti del genere o che siate esperti vi consiglio caldamente di non lasciarvi perdere questo titolo che saprà soddisfare la vostra voglia di carneficina e curiosità.

Pro

  • Tutti i contenuti concentrati in uno
  • Vi portate a casa entrambe le versioni sia next che old
  • Un picchiaduro degno di questo nome che vi terrà incollati per molto tempo

Contro

  • Non presenta diversità dalla versione base
  • Nessun miglioramento grafico tra le due versioni

RASSEGNA PANORAMICA
Voto Complessivo
8.5
Articolo precedenteMad Tower Tycoon finalmente disponibile per console!
Prossimo articoloNuovo trailer per Chronos: Before The Ashes scopriamo il nuovo prequel in arrivo
Allevato dai bit del Commodore 64, ho sviluppato una passione col crescere del tempo che non ho mai rimpianto o sostituito con altro. Cresciuta di console in console, ho deciso di intraprendere la via della tastiera per cimentarmi nell'unica cosa in cui sarà bravo, forse, in tutta la mia vita... Parlare di videogiochi!