MV Agusta celebra il suo 75° anniversario invitando 8 straordinari testimonial a raccontare la propria versione della storia in un affascinante documentario

MV Agusta Motor S.p.A. annuncia il lancio di un documentario di 50 minuti teso a celebrare il 75° anniversario della società. Il film è un emozionante resoconto dietro le quinte dell’importanza del brand italiano oggi e dei risultati raggiunti in oltre settant’anni di attività dal punto di vista di 8 testimonial d’eccezione il cui destino ha incrociato in maniera significativa quello dell’iconica moto di Schiranna. La trama si arricchisce con due altre prospettive: lo storytelling dell’azienda e un’entusiasmante introduzione all’ultima generazione di moto MV Agusta, con un’attenzione particolare al futuro del marchio. 

Il titolo “You see a bike” esprime come, al di là dell’indiscutibile fisicità dell’oggetto, ognuno veda qualcosa di diverso in una particolare moto. I protagonisti condividono così il loro punto di vista unico, offrendo ogni volta una prospettiva inedita e originale su MV Agusta. 

Il meccanismo narrativo è evidente sin dalle battute d’apertura: “Una moto non è mai soltanto una moto. Mentre pensi di osservarne semplicemente la superficie, stai già guardando oltre. Quando vedi una moto, sono molteplici i significati che prendono vita davanti ai tuoi occhi”. Lo spettatore si immerge nell’intrigante universo dei protagonisti, che rivelano alcuni aneddoti personali sulla loro relazione con il brand e il motociclismo in generale. Contemporaneamente, gli addetti ai lavori di MV Agusta offrono il punto di vista dell’azienda, lasciando spazio alla nascita delle ultime leggende del brand. 

Diretto da Andrea Manenti e prodotto da Addiction-PianoB, “You see a bike” è stato realizzato tra il 2020 e il 2021, nel mezzo della pandemia e di tutte le sue difficoltà tecniche.  Ciò non ha impedito di ottenere un racconto intenso, anticonvenzionale e avvincente del passato, del presente e del futuro del produttore di moto più iconico al mondo. Girato tra Nord Italia, Australia e California, il documentario vanta un cast di primo livello con il fondatore e Chief Designer di Pagani Automobili, Horacio Pagani; il designer e produttore di moto, Roland Sands; l’imprenditore di moda, Ottavio Missoni; lo stuntman e motociclista, Thibaut Nogues; il fotografo di MotoGP, Gigi Soldano; la leggenda del motociclismo, Giacomo Agostini; il pilota, Virginio Ferrari; e il DJ e produttore, Carl Cox. Tra le file di MV Agusta, invece, vengono presentati il CEO, Timur Sardarov; il membro del consiglio di amministrazione, Ratmir Sardarov; l’R&D Director, Brian Gillen; il Marketing Director, Filippo Bassoli; e la Brand Director, Marta Trezzi. 

I protagonisti sono stati scelti con la massima cura tra personalità di spicco in campi ricollegabili a MV Agusta: design, lifestyle, eccellenze industriali e corse motociclistiche. Si tratta di personalità straordinarie che hanno saputo creare un forte senso di appartenenza a un ideale, proprio come la comunità o, meglio, tribù, MV. 

Il film mostra anche come i designer di videogame di Milestone, autori di alcuni contenuti sul motociclismo di maggiore successo al mondo, hanno saputo assimilare e integrare i modelli MV Agusta nell’universo di RIDE. Oltre a rappresentare la massima consacrazione di qualsiasi prodotto o brand, la gamification è un modo estremamente efficace per raggiungere le nuove generazioni che rientrano tra i futuri obiettivi strategici dell’azienda.

Annuncio
Articolo precedenteIl terzo DLC di DRAGON BALL Z: KAKAROT arriva l’11 giugno
Prossimo articoloTour De France 21 e Pro Cycling Manager 21 sono ora disponibili
Un graphic designer e fotografo, con la passione per i videogiochi e per i motori fin da bambino.