Tra i tanti argomenti trattati nei videogiochi ci può essere un evento che accomuna molti titoli, ovvero la fine del mondo. Nel titolo di oggi, Omensight: Definitive Edition, ci viene proposto questo tema in chiave fiabesca e spetterà a noi il compito di salvare il regno da una simile catastrofe. Vi sentite all’altezza del compito che vi sta per essere affidato? Io si, ed ecco per voi la mia personale esperienza.

Spearhead Games, lo studio che si cela dietro la realizzazione, lo sviluppo e la pubblicazione del titolo ed originario del Quebec, ha confezionato un titolo molto sorprendente con un dispendio di energie non indifferente per riuscire nel suo intento.

Non appena inizieremo la nostra avventura scopriremo la storia che Omensight: Definitive Edition è molto ben strutturata anche se ha un “piccolo” tallone d’achille: la durata.

Codici di giochi, abbonamenti, Gift Cards
Promozioni, Sconti, Codici, Offerte, Xbox One, Nintendo Switch, game code

Nel regno di Urralia due popoli sono in lotta tra loro, da un lato abbiamo il popolo di Pygaria mentre in opposizione ci sono gli appartenenti alle terre di Roditoria. L’inizio di questa infausta guerra è l’omicidio della Sacerdotessa Senza Dio, un evento davvero nefasto che potrebbe portare a uno sconvolgimento degli eventi portando l’avvento della venuta di Voden, il leggendario serpente che porterà l’apocalisse in terra sterminando tutte le forme di vita esistenti.

Per fortuna questo avvenimento può essere scongiurato, e solo un essere può farlo: l’Araldo! Comparso come un’entità mistica su cui circolano numerose leggende che decantano la sua potenza e le sue abilità, potrà evitare questa catastrofe scoprendo come sia stato possibile l’assassinio della Sacerdotessa Senza Nome cercando di evitare che questa incredibile disgrazia accada e far si che la pace torni a presenziare nel regno di Urralia.

Per svolgere il suo compito al meglio l’Araldo dovrà utilizzare tutte le abilità in suo possesso, soprattutto la capacità di viaggiare nel tempo che gli permetterà di indagare al meglio sul misterioso omicidio. La particolarità della storia è che si svolge tutta in una singola giornata, anche se però l’occhio meno allenato non se n’è accorgerà perché usando la tecnica del viaggio del tempo ci viene dato quel senso di lunghezza e profondità della storia stessa, che si svolgerà in cinque luoghi diversi che visiteremo più volte ma in un lasso di tempo diverso.

Durante lo svolgimento delle nostre indagini poi, ci ritroveremo anche ad aiutare alcuni degli abitanti appartenenti a entrambi gli schieramenti così da approfondire anche la storia di entrambi i popoli e delle persone che ne fanno parte cercando, anche in questo caso, di appianare le loro divergenze così da risolvere lo scontro e le perdite subite da entrambe le popolazioni con questo inutile spargimento di sangue.

Avremo a disposizione quattro punti di vista diversi con cui avere a che fare, e ognuno di esso ci mostrerà i fatti accaduti sotto un diverso punto di vista rivelandoci nuovi indizi e spunti per chiarire uno dei tasselli mancanti o aumentare le nostre domande a cui dovremo trovare la risposta giusta. Inutile dirvi che ogni punto di vista darà vita a una sottotrama che potremo cambiare con le nostre scelte che faremo durante lo scorrere degli eventi, influenzando la storia principale in ogni sua parte.

Il nostro Araldo può contare su una quantità di abilità potenziabili, tramite la spesa di punti esperienza o pagando un costo con la valuta monetaria del gioco, e armato solo della sua fidata spada destreggiandosi tra un attacco e una schivata dei colpi nemici per evitare che esauriscano la nostra energia vitale.

Dal punto di vista tecnico Omensight: Definitive Edition si presenta con un comparto grafico molto fiabesco che si mescola perfettamente con lo stile antropomorfo dei personaggi con cui dovremo interloquire e aiutare durante il naturale scorrere della storia.

Anche se il titolo è stato creato interamente tramite Unreal Engine, non sembra molto ottimizzato per la console ibrida di casa Nintendo visto che in Modalità Portatile può subire qualche calo di frame e caricamenti che subiscono freeze prolungati, mentre in quella TV svolge ottimamente il suo lavoro.

Il comparto sonoro non è dei più ispirati anche se qualche colonna sonora emerge dal mucchio. Degno di nota è la presenza della lingua italiana in forma scritta, anche se non è proprio tradotto benissimo eh.

Omensight: Definitive Edition è un titolo che saprà donarvi qualche ora di divertimento spassionato, anche se potrebbe offrire di più. Tralasciando i “piccoli” problemi che possono presentarsi in modalità Portatile, che potrebbero giustamente farvi storcere il naso e non poco, offre una narrativa interessante dai risvolti che difficilmente vi deluderanno.

In più ha un ottimo rapporto qualità-prezzo, che si aggira sui € 16.79, anche se spero vivamente che i vari errori vengano corretti quanto prima per meglio proporre questa titolo indie che potrebbe conquistarvi con poco, ma farvi perdere la pazienza più volte.

Il nostro voto: 8.0

Pros

Pro
  • Ambientazione da favola
  • Combattimento semplice ma efficace
  • Divertimento garantito…

Cons

Contro
  • Problemi in modalità Portatile
  • ottotitoli non proprio perfetti
  • … per poche ore però