Rive: Ultimate Edition – Recensione Nintendo Switch

Molti sono i titoli che, negli ultimi tempi, sono rinati sotto una nuova luce che li ha trasformati in meglio. Soprattutto quando un titolo, dopo aver avuto successo su altre console, viene riconfigurato per essere sfruttato al meglio su un’altra console tramite quel processo chiamato Porting. Anche il gioco di cui vi parlerò oggi ha subito questo processo e devo dire, come leggerete in questa recensione, il risultato è qualcosa di veramente ben realizzato e di cui andare fieri. Ecco la mia personale esperienza con Rive: Ultimate Edition.

Two Tribes, lo studio di sviluppo che si è occupato della realizzazione di questo titolo originario dell’Olanda, ha ben pensato di riportare alla ribalta uno dei suoi titoli di successo in una nuova versione per Nintendo Switch comprensiva di ogni aggiornamento ed espansione rilasciata dal suo lancio nel mercato videoludico fino ad oggi.

Incominciata la nostra nuovissima avventura scopriremo, o rivivremo, fin da subito la storia che il titolo ci vuole raccontare. Roughshot, il nome del nostro protagonista, è un cacciatore di tesori spaziali tanto bravo quanto caparbio e a bordo della sua navicella SpiderOS 0.92 è sempre in viaggio alla ricerca di artefatti antichi. Purtroppo però, la vita nello spazio non è mai calma e tranquilla e mentre sei li ad ammirare le meraviglie dell’universo ti ritrovi in una brutta tempesta di asteroidi che potrebbe spazzarti via in un solo istante. Per salvarsi Roughshot si vede costretto ad entrare all’interno di un’astronave abbandonata convinto che sia un posto sicuro ma si ritroverà a dover affrontare un pericolo ben peggiore della tempesta a cui è appena scampato, ovvero una I.A. impazzita che gli lancerà contro robot mortali con il solo compito di eliminare l’intruso.

Avendo dalla sua parte solo la sua abilità di pilota e la sua fidata astronave dovrà riuscire a sconfiggere questa intelligenza artificiale così arrabbiata con il suo ospite indesiderato. I comandi di gioco sono piuttosto semplici ed intuitivi. Tramite l’utilizzo dello stick sinistro comanderemo i movimenti della navicella mentre utilizzando lo stick destro indirizzeremo il nostro cannone verso la direzione in cui dovrà sparare le sue infinite raffiche di proiettili contro le grandi moli di nemici che ci verranno incontro. Oltre al cannone avremo a disposizione altre armi per far fuori i nostri avversari e tutte potranno essere migliorate tramite l’acquisto di alcuni chip di potenziamento che potremo acquistare tramite la valuta del gioco, ovvero viti e bulloni che otterremo ogniqualvolta sconfiggeremo un nemico.

Rive: Ultimate Edition è composto da 13 livelli, ognuno dei quali avrà una difficoltà crescente che metterà a dura prova ogni nostra abilità offrendoci una vera sfida contro cui misurarci impegnandoci senza prendere sottogamba anche i nemici più semplici. Non vi nascondo che molte saranno le volte che morirete cercando di eliminare un’ondata che all’inizio sembrava semplice per poi rivelarsi più tosta del previsto, ma non saranno solo queste le occasioni che ci spingeranno al limite. Oltre ai nemici infatti ci ritroveremo ad affrontare altri tipi di pericoli come, per citarne uno, quelli ambientali che sono nascosti per poi sbucare d’improvviso cogliendoci, almeno le prime volte, impreparati.

Per controbilanciare questa caratteristica il sistema di checkpoint ci viene in aiuto dandoci man forte salvando i nostri progressi spesso e volentieri così da non dover riprendere da punti lontani e vanificare quasi tutto il tragitto percorso divincolandoci tra trappole e nemici di ogni tipo. A spezzare la tensione che può venire a crearsi sarà Roughshot in persona a pensarci. Infatti molto spesso ci ritroveremo ad ascoltare dialoghi e battute che sfonderanno la classica “quarta parete” che molti di noi conoscono fin troppo bene, regalandoci più di una risata tra l’esplorazione dell’astronave e ridurre in rottami i nostri nemici.

Per aumentare l’esperienza di gioco, oltre alla Campagna potremo sbizzarrirci con numerose modalità. Avremo a disposizione la Modalità Veloce, pensata per chi ama completare un gioco nel minor tempo possibile, la Modalità Vita Singola, con la quale mettere alla prova le vostre abilità cercando di terminare il gioco senza mai farsi colpire una volta, la Modalità Sfide, 18 livelli da poter affrontare a diverse difficoltà, la modalità Arena, con la quale misurarsi in ondate fino alla morte, e la modalità Copilota, esclusiva per Nintendo Switch, con la quale poter rigiocare la storia principale in cui un giocatore dovrà solo occuparsi del movimento e l’altro giocatore si occuperà solo della direzione della bocca di fuoco della nostra navicella.

Dal punto di vista tecnico Rive: Ultimate Edition si presenta con una veste grafica che mostra tutta la cura che i ragazzi di Two Tribes hanno impiegato durante la realizzazione di questo titolo. Con i suoi 1080p in modalità TV, 720p in modalità portatile e i 60fps fissi riesce a conquistarsi un bel posto tra i suoi simili e sono certo che saprà affascinarvi come pochi sanno fare.

Il comparto sonoro svolge degnamente il suo dovere accompagnandoci dall’inizio alla fine della nostra avventura con musiche coinvolgenti e mai stancanti.

Con tutte queste modalità, una grafica senza pecche, nessun rallentamento e 48 trofei in-game da conquistare difficilmente Rive: Ultimate Edition vi porterà a noia. Con i suoi ritmi frenetici al punto giusto e il grado sfida non eccessivo e appagante allo stesso tempo non potrete fare a meno di amarlo. Se non avete abbastanza ragioni per acquistarlo, ve ne darò ancora un’altra… il gioco costa solo 14,99 €! Un ottimo rapporto qualità-prezzo che lo rende un must have per la vostra collezione.

Pro
Versione per Switch davvero ben riuscita
Tante modalità in cui competere
Ottimo rapporto qualità-prezzo

Contro
La modalità Copilota può essere difficile
Difficoltà non per tutti

compworld smartphone, pc, tablet, vendita, assistenza, riparazione

RASSEGNA PANORAMICA
Voto Complessivo
8.5
Articolo precedenteHyper X sponsor del team eSport dei Dallas Mavericks alla NBA 2K League
Prossimo articoloGhost Recon Wildlands: Su Xbox One X ha una risoluzione maggiore del 56% della versione PS4 PRO
Allevato dai bit del Commodore 64, ho sviluppato una passione col crescere del tempo che non ho mai rimpianto o sostituito con altro. Cresciuta di console in console, ho deciso di intraprendere la via della tastiera per cimentarmi nell'unica cosa in cui sarà bravo, forse, in tutta la mia vita... Parlare di videogiochi!