soma-recensione-review-nintendo-switch-xbox-one-x-games-paladins

SOMA la nuova avventura Sci-Fi Horror del team svedese di Frictional Games, arriva “finalmente” anche sulle console di casa Microsoft. Il gioco si presenta come un’avventura esplorativa, con delle atmosfere a metà fra la fantascienza e l’horror, dove quest’ultimo elemento viene un po’ sacrificato, per lasciare posto a tematiche più mature e intriganti.

In SOMA interpreteremo il giovane Simon Jarret, che dopo un piccolo prologo ambientato in una città, si ritroverà ad esplorare Pathos 2, un’immensa struttura laboratorio sottomarina situata nel mezzo dell’oceano Pacifico. Il nostro compito sarà oltre che riuscire a sopravvivere (e trovare un modo per tornare a casa), quello di andare alla ricerca degli elementi che ci aiutino a risolvere il mistero attorno a questa stazione in evidente stato di abbandono, e abitata vecchi Robot (con una coscienza?) e da altre strane creature.

Il comparto narrativo, come si può intuire, è uno degli elementi cardine dell’opera di Frictional Games, una storia con tematiche adulte, ben scritta e coinvolgente che riesce a mantenere un buon ritmo per tutte le circa 9 ore necessarie a completare il gioco. Visto che la storia è un tassello molto importante, nell’ economia del gioco eviterò possibili Spoiler e mi dedicherò più al lato gameplay.

Il gioco come dicevamo è un’avventura in prima persona, votata all’esplorazione e alla risoluzione degli enigmi, pertanto le meccaniche di combattimento sono ridotte all’osso, portandoci il più delle volte a scappare e nasconderci, più che a buttarci a capofitto verso la battaglia, un po come accade nella serie Outlast di Red Barrels.

L’esplorazione (dopo la trama) è quindi l’altro elemento principale della nostra avventura sottomarina, pertanto il team di sviluppo ha pensato bene di renderla più interessante, creando degli ambienti ricchi di oggetti con cui potremo interagire e da cui potremo ricavare varie informazioni. Potremo quindi, una volta raccolto un’oggetto, ruotarlo, zoomarci sopra per leggere qualche informazione o lanciarli lontano. Tanti di questi oggetti ci saranno poi utili per risolvere i vari enigmi ambientali sparsi per Phatos 2.

Oltre ad Oulast, mentre mi perdevo fra i corridoi della struttura alla ricerca di una via di uscita, mi è venuta in mente un’altra serie che ha degli elementi, in termini grafici, simili all’opera di Frictional Games ovvero Dead Space. Infatti molti degli elementi che ci troviamo intorno, come le sale macchine, i vari laboratori e sopratutto i lunghi passaggi esterni attraverso il fondale marino (qualcuno a parlato di sezioni a Gravità Zero?), mi hanno fatto ritornare in mente le fasi di esplorazione all’interno dell’enorme Nave Spaziale Ishimura del fanta-horror creato dai Visceral Games (Chiusi da pochi mesi da EA).

Tecnicamente il titolo di Frictional Games si attesta su buoni livelli, con un ottimo uso delle luci, che riescono a regalare agli ambienti di gioco la giusta atmosfera, soprattutto nei livelli sottomarini. Ottimo anche il comparto audio, davvero ben bilanciato e molto utile per individuare i nemici che si muovono nell’ambiente circostante. Perfetto anche il doppiaggio in lingua inglese (La lingua Italiana compare solo nei Sottotitoli e nei Menù di gioco). Durante le mie ore di gioco su Xbox One X non ho avuto nessun problema, malgrado qualche utente abbia riscontrato, sulla versione base della console Microsoft, alcune piccole perdite di frames, ma comunque niente che possa intaccare l’esperienza di gioco.

SOMA presenta comunque alcuni aspetti negativi, che oltre a qualche piccolo bug qua e la, possiamo individuare nella iniziale del gioco, quella ambientate in città, che si presenta poco curata e molto breve e che sembra stonare con tutto il resto, tanto che potrebbe dare al giocatore una impressione iniziale sbagliata sul titolo che in fin dei conti si è dimostrato davvero valido e molto appagante da giocare, sopratutto se impostate la difficoltà al massimo.

Commento Finale:

Se cercate quindi un gioco esplorativo e coinvolgente, con una trama ben scritta, SOMA è un titolo da non farsi scappare, sopratutto perché il gioco viene proposto sullo Store Xbox ad un prezzo budget di 29,99 euro, davvero conveniente.compworld smartphone, pc, tablet, vendita, assistenza, riparazione