Submerged: Hidden Depths – Recensione PC

A volte, un gioco breve che riguarda esclusivamente l’esplorazione è esattamente ciò che serve, anche per staccare un po’ dai soliti giochi frenetici. Submerged: Hidden Depths è il seguito del gioco del 2015, creato utilizzando Unreal 4 dal team Uppercut Games.

La mancanza di combattimento, o molto di ciò che molti considererebbero un gameplay, lo rende sicuramente un gioco che non è per tutti. Ma per le persone che vogliono rilassarsi mentre cavalcano le onde ed esplorano la città in rovina bagnate dal sole, qui troveranno un’esperienza appagante.

Submerged: Hidden Depths racconta la storia dei fratelli Miku e Taku. Cacciati da tutti a causa del “dono” di Miku, che fa sbocciare una raccolta di radici di piante sul suo braccio quando è vicino a semi di piante giganti, i due da allora sono alla ricerca di una nuova casa. Non c’è molta trama. La storia si concentra sulla connessione tra i fratelli e la realtà della loro situazione. Il retroscena arriva attraverso brevi sequenze di diario e tra la ricerca dei semi. Ci sono anche voci di diario che riempiono alcune lacune, basta trovarle.

La struttura del gioco è molto semplice. Ci sono circa 10 semi che devono essere posti nelle fioriere per combattere la Pianta Nera, che è un flagello che ha decimato il mondo. Nei panni di Miku, usi un telescopio per guardare il mondo intorno e segnare nuovi punti di interesse sulla mappa. I semi sono l’unico elemento di progressione della trama e, una volta trovati tutti, finisci la storia. Ovviamente, rappresentano solo una parte di ciò che trovi sulla mappa, poiché ci sono una discreta quantità di cose aggiuntive da vedere.

Ti muovi principalmente tramite la barca di Miku e Taku. Il mondo di gioco è invitante e l’acqua è visivamente impressionante mentre la piccola nave sfiora la superficie. La barca si controlla abbastanza bene e ha anche una spinta che puoi usare per muoverti più velocemente. Puoi aumentare la spinta trovando parti della barca nell’acqua contrassegnate sulla mappa con l’icona di un’elica: più ne trovi, più a lungo puoi aumentare la velocità. Quindi è utile tenere d’occhio l’icona. Puoi anche trovare reliquie da tirare su, punti di riferimento, punti panoramici su cui arrivare in cima e oltre 50 voci di diario.

Sebbene tu controlli principalmente Miku, quando trovi posizioni che contengono esclusivamente una voce di diario, il gioco a volte ti sposta su Taku.  Quando trovi un seme o un diario, puoi sbarcare al punto di ingresso di un luogo, spesso dopo averlo reso disponibile tirando giù una scala con l’argano della barca. Occasionalmente trascinerai anche un ponte con boe posizionate con l’argano per creare un percorso.

Miku e Taku si muovono ma non possono saltare, quindi si arrampicheranno automaticamente sui percorsi e si arrampicheranno su qualsiasi superficie adatta. Tutto si controlla abbastanza bene, ma  Submerged: Hidden Depths non ha molto che si potrebbe classificare come azione. Nessuno dei due personaggi può farsi male, poiché non possono cadere e non ci sono nemici o pericoli da trovare.

Quando trovi un seme, Miku lo raccoglierà e lo porterà. I semi possono essere collocati in dispositivi di trasporto che li spostano intorno alle aree in modo che possano raggiungere le loro fioriere. Capire come portarli dal punto A al punto B è molto chiaro, quindi non è difficile trovare la strada.

Ciascuno dei semi richiede di visitare un luogo specifico. Molti di questi ti obbligano a salire su edifici in rovina, come un hotel fatiscente. C’è anche un naufragio che devi attraversare. Le locations proprio come tutto il resto del gioco, sembrano fantastiche. Nonostante sia un gioco indie, è piuttosto bello. Funziona anche bene e mi sono divertito a giocare a oltre 100 fps.

Tuttavia, l’avventura non dura a lungo. Se ignori tutto tranne i semi, puoi completare il gioco in tre ore. Fare un mix di esplorazione opzionale lo avvicinerà a quattro ore. Il tentativo di rintracciare tutto probabilmente richiederà parecchio più tempo. Detto questo, molte delle cose opzionali sembrano davvero superflue. I punti di riferimento sono belli da vedere, ma non servono a nulla.

Allo stesso modo, vedere la spazzatura che viene dragata dall’oceano è bello perché è modellata ma, ancora una volta, non fa nulla. È solo una cosa da avere sulla mappa. Puoi anche trovare fiori per decorare la tua casa base. Le parti della barca sono l’unico oggetto da collezione che fa davvero la differenza nel gameplay. Ma considerando che non c’è molto in termini di gameplay per cominciare, non sono sicuro di cos’altro avrebbe potuto essere aggiunto. Tutte le posizioni dei semi hanno anche i propri set di oggetti da collezione da trovare. Se li trovi tutti, ottieni un nuovo vestito o una skin da barca o qualcosa del genere.

Dico “se” e non “quando” perché è sorprendentemente difficile trovare tutti i semi. Anche se pensavo di essere abbastanza accurato, non sono stato in grado di completare un singolo set. I diari sono allo stesso modo sparsi dappertutto. Immagino che rintracciarli tutti sarebbe un po’ una seccatura a parte quelli che segnati sulla tua mappa (se ti avvicini abbastanza).

Se la prospettiva di esplorare un mondo aperto piccolo e dettagliato su una barca senza alcuna minaccia in vista ti attira, allora puoi dare una chance a questo adorabile gioco di esplorazione. Non c’è molto altro ed è piuttosto breve ma forse questo aggiunge la sua quantità di fascino.

Annuncio
RASSEGNA PANORAMICA
Voto Complessivo
7.0
Articolo precedenteNuovi dettagli su LEGO Star Wars: La Saga degli Skywalker nel video “Costruire la Galassia”
Prossimo articoloHotel Transylvania: Avventure da paura è disponibile per PC e Console
A volte, un gioco breve che riguarda esclusivamente l'esplorazione è esattamente ciò che serve, anche per staccare un po' dai soliti giochi frenetici. Submerged: Hidden Depths è il seguito del gioco del 2015, creato utilizzando Unreal 4 dal team Uppercut Games. La mancanza di combattimento, o...submerged-hidden-depths-recensione-pc