Super Kickers League Ghido Core Gamer recensione review nintendo switch games paladins nindies indie free game demo.png

Il 2020 è stato per molti un anno particolare. Negli ultimi mesi abbiamo cambiato le nostre abitudini e il Mondo del Calcio certo non ha fatto eccezione.

Mentre il mondo del pallone reale si è fermato e da pochi giorni sta ripartendo, quello virtuale non ha avuto pause.

Lo scorso 20 Marzo è uscito su Nintendo Switch Super Kickers League, calcistico Arcade basato su scontri 3vs3 più portiere (non giocabile). Il gioco è stato sviluppato dal Team spagnolo Xaloc Studios e pubblicato dai francesi Just For Games.

Appena avviato il gioco si nota subito un’atmosfera spensierata e la possibilità di giocare partite in multiplayer locale fino a 6 giocatori. Purtroppo questa spensieratezza finisce nel cadere spesso in trascuratezza; Super Kickers League sembra pensato per ammaliare i più giovani dal punto di vista Grafico, lasciando però dubbi su Gameplay e Localizzazione.

L’impatto visivo è certamente buono: i campi da gioco e i giocatori risultano ben curati e coloratissimi. Non capita mai di trovarsi davanti a cali di frame o difetti di alcun tipo, anzi si può apprezzare il suo stile cartoonesco. Certo non siamo ai livelli di mostri sacri come Mario Smash Football, ma l’impatto visivo è più che rispettabile per un gioco Indie.

I campi da gioco sono ispirati a realtà esistenti e sono utilizzabili in versione diurna e notturna; tra questi esistono campi simili a fattorie americane (con rapimenti U.F.O. di notte), spiagge caraibiche e realtà suburbane ricche di Murales. Ogni campo dà il nome ad una Coppa da affrontare e vincere per sbloccare oggetti di gioco e altre modalità.

Le squadre che useremo in questo folle gioco sono 10 di cui alcune saranno sbloccate al raggiungimento di determinati obiettivi. Ogni squadra è dotata di un’abilità speciale unica; queste abilità possono determinare la partita se usate bene e consistono in colpi speciali come: veleno in grado di invertire i comandi della squadra avversaria, una scimmia che segue e rallenta un avversario e la possibilità di far ballare i nostri rivali per qualche secondo. Anche in questo caso le animazioni risultano ben realizzate, vero fiore all’occhiello del lavoro di Xaloc Studios.

Altra nota piacevole è la Musica, ogni stage ha una sua Theme Song a mio avviso abbinata magistralmente. A corredo si notano i divertenti effetti sonori delle singole abilità e i rumori emessi dei giocatori quando subiscono un colpo.

Nella mia prova di Super Kickers League ho notato come questa cura estetica non sia stata riproposta nel Gameplay e in particolare nella modalità a giocatore singolo.

La parte più critica dell’esperienza di gioco è il bilanciamento dei livelli di difficoltà.

Le difficoltà del gioco sono 3: Facile, Medio e Difficile. Il livello Facile risulta banale oltre ogni limite, avversari che passeggiano per il campo senza opporre una benché minima resistenza, tanto da vincere le partite con minimo 6 Gol di differenza. Il livello Medio dovrebbe dare un approccio equilibrato, ma invece si rivela troppo complicato paragonato al Facile; il portiere avversario è ormai insuperabile, il nostro invece prende Gol da ogni zolla del campo, per lui anche i tiri più banali risultano imparabili. Il livello Difficile, risulta infine come il Medio, ma con qualche Gol in più subito.

Queste sensazioni negative sono aggravate da una totale imprecisione nei passaggi, nei cross e nei tiri. In tantissime situazioni mi sono trovato nell’impossibilità totale di passare la palla al compagno da me scelto, i tiri vanno praticamente dove vogliono loro (tranne che per i tiri in diagonale) e i cross sono inutili per colpa dei compagni di squadra che non seguono mai l’azione.

Certamente il gioco va valutato anche per il Multiplayer locale. Le partite in questa modalità risultano sensibilmente migliori e divertenti, anche se c’è sempre una sensazione di imprecisione dei comandi alta. Comunque è possibile giocare assieme da 2 a 6 giocatori solo in multiplayer locale.

Durante la mia esperienza di gioco ho notato parecchi difetti, la Localizzazione non curata è certamente vittima di un traduttore online.

Alla mia prima partita mi sono trovato innanzi una breve presentazione dei comandi di gioco, riferita alla sola fase d’attacco. Iniziata la partita ho quindi cercato i tasti della difesa, scoprendo mio malgrado che non c’è questa opzione in game. Chiaramente, finita la partita ho cercato nei menù e i comandi sono stati ben nascosti vicino alla sessione Extra, dentro alla voce “Informazione – Distribuzione dei Pulsanti”. Inutile dirvi che anche il resto delle voci sono così; tutto molto vago e confuso.

Ho trovato scarsa anche la Longevità. Nel gioco sono presenti 10 squadre, utilizzabili in 3 modalità: Squadre, Kickers e Retrò. Ogni modalità è divisa in partita libera, coppa e campionato. La modalità Squadre è composta da un Team di giocatori con la stessa abilità, quella Kickers permette mix dei Team rappresentati dai capitani, mentre la Retrò punta su grafica leggermente pixellosa  e una visuale tremenda. Tutto questo potrebbe produrre un buon numero di ore di gioco, ma alcune scelte incomprensibili rendono monotona questa esperienza calcistica.

Sia chiaro un gioco di Calcio è potenzialmente infinito, ma servono stimoli per giocare svariate ore. Di base il titolo ha un sistema di oggetti e modalità sbloccabili, ma anche qui regna la confusione.

Durante le partite si possono sbloccare: campi da gioco, squadre e colori per le stesse, ma senza mai capire precisamente come avviene la cosa. Inoltre ad inizio gioco è possibile fare solo partita libera e la prima coppa sbloccata; alla vittoria di ogni singola coppa si sblocca la successiva ed esaurite si sbloccherà il campionato.

La mia perplessità maggiore è stata nel notare che in modalità squadre si rispetta questo schema di sblocco, mentre finite le Coppe in modalità Kickers ho sbloccato non solo il Campionato Kickers, ma anche tutta la modalità Retrò. Considerando questi fattori e la durata di 3 minuti a partita, in 5 ore scarse si sblocca tutto, perdendo così molti stimoli.

Per provare bene Super Kickers League ho giocato sia con Pad Pro che Joy-Con, usando modalità da tavolo, TV e portatile. Ho giocato circa 100 partite della durata di 3 minuti l’una, provando tutti i livelli di difficoltà. Ho inoltre sbloccato tutte le modalità di gioco e squadre, utilizzandole sia in single-player che in multiplayer locale.

Personalmente a livello visivo ritengo il tutto piacevole sia su Tv che sullo schermo proprio della Switch. Diversa la sensazione per i comandi, a mio avviso leggermente migliori con i Joy-Con.

Purtroppo nonostante un’idea di calcio spensierata, il gioco finisce nella noia presto se giocato da soli.

Xaloc Studios e Just For Games possono comunque partire da un’idea di base valida per migliorarsi, il tutto grazie a grafica colorata e curata, musica piacevole ben abbinata e multiplayer locale divertente. Acquisto consigliato solo per chi ha più bambini o adolescenti in casa e cerca un passatempo calcistico a buon prezzo (14,99€ al lancio).

Pro

  • Grafica da cartoon ben realizzata
  • Musiche abbinate perfettamente ai campi da gioco
  • Multiplayer divertente

Contro

  • Livelli di difficoltà mal bilanciati
  • Localizzazione non curata
  • Imprecisione nei comandi
  • IA poco reattiva, in particolare i portieri
  • Diventa presto noioso se giocato in single-player

RASSEGNA PANORAMICA
Grafica
8.0
Sonoro
8.0
Gameplay
5.0
Localizzazione
5.0
Longevità
5.0
Articolo precedentePlanet Coaster: Console Edition – Nuovo video dal talentuoso team di sviluppo
Prossimo articoloStadia Pro: annunciati i titoli gratuiti in arrivo nel mese di Luglio
Staccato il ciuccio dalla bocca ho preso un pad in mano per non mollarlo più, non son un Pro Gamer, cerco l'essenza del gioco.