Anno 2084, dopo una serie di fusioni, acquisizioni, e mosse di mercato scorrette, RegnatCorp rimane l’unica società di sviluppo videogiochi al mondo. Gestita da avidi maialini, la società cambia per sempre il mondo dei videogiochi togliendone il divertimento e sostituendolo con algoritmi i quali creano dipendenza all’utente in modo da poterne controllare il comportamento ed il pensiero.

Per fortuna, non tutti gli abitanti del mondo sono sotto il controllo di questa azienda basta sugli ideali della peggiore dittatura guidata da porci affascinati dalla malvagità e dal controllo della massa.

Una piccola comunità, mossa da ideali di ribellione e di libertà, comincia a sostituire i software della RegnatCorp con vecchi giochi “classici”. Titoli del passato, che sono stati a lungo proibiti ed ora vengono elogiati come reliquie.

In una piccola stanza di un abitazione qualunque, una coppia di amici se la sta spassando giocando a questi titoli mediate una console “antica” la quale, tra le altre cose, viaggia sulla vecchia rete. Tutto ad un tratto la loro partita viene interrotta da un messaggio (stile Anonymous per darvi un’idea) nel quale si viene invitati all’azione contro la RegantCorp.

Tan Tan ed il suo valoroso destriero Ola, rispettivamente un Procione incazzato (si anche a me è venuto in mente Rocket Racoon) ed un Lama (!) prendono il messaggio alla lettera, si recano alla RegantCorp e cominciano la loro personale battaglia contro i maiali dittatori.

SuperEpic è un gioco d’azione in stile Metroidvania dove umorismo e satira ne fanno da padrone.

Il gameplay frenetico, non lineare, ricco di combattimenti, combo micidiali ed esplorazione, regala  circa otto ore di gameplay, in cui la parola d’ordine è divertimento. A seconda di come si affronterà la storia poi, si potranno avere differenti finali.

Un grande mondo da scoprire, zone da sbloccare piano piano si prosegue nel gioco (per alcune si dovrà trovare l’arma giusta, questo ci porterà a dover tornare indietro per poter accedere a quelle aree che si era impossibilitati a raggiungere).

Niente conteggio vite ma una barra della salute che scende ogni volta che si viene colpiti e che viene ripristinata mediante l’ingurgito di… hamburgers!

Discorso simile per la stamina la quale però viene ripristinata grazie allo scolo di (parole del procione Tan Tan) bevanda energetica economica. Se non è poesia questa.

I personaggi del mondo di SuperEpic sono tutte creature antropomorfe del regno animale, salvo alcune eccezioni.

Oltre ai protagonisti, come scritto in precedenza: un procione ed un lama, ci sono bulldog inglesi poliziotto, cinghiali guardie del corpo, piante carnivore(!)… Non mancano nemmeno i droni consegna pacchi i quali non vedono l’ora di uccidervi lasciandovi cadere la loro merce addosso. Che bello eh?

Per far trionfare la ribellione si ha disposizione un sistema RPG che permette di migliorare l’abilità dei personaggi mediante l’acquisto di armi d’attacco e di difesa oltre che l’acquisizione di nuove abilità. Per farlo, bisognerà uccidere più nemici possibili in modo da ottenere denaro spendile in-game.

Ecco un esempio di alcune armi ed abilità presenti in game così capite il mood di SuperEpic:

  • l’ombrello della nonna
  • lo spazzolone
  • la ventosa stura wc
  • il cartello di stop…
  • amuleto porta fortuna
  • coperta per Lama
  • doppio salto
  • scivolata

Non mancano, come da tradizione di un buon gioco che si rispetti, tonnellate di oggetti da scoprire e sbloccare così anche il giocatore più curioso e collezionista verrà accontentato.

Interessantissima la scelta del “cross media content” basato su codici QR in game che permettono, mediante l’uso del vostro smartphone, di accedere a mini giochi/app RegantCorp create ad hoc dal team catalano Undercoders, per ottenere oggetti bonus o semplici carte denaro. Ampliando così l’esperienza di gioco e l’immersione nello stesso. Ovviamente non ci sono acquisti reali in app, la valuta così come le spese sono rigorosamente virtuali!

Non solo modalità storia, all’interno di SuperEpic esiste anche un’altra modalità basata sullo stile RougeLite. Ovvero la creazione casuale di livelli che vanno a generare una mappa del tutto differente da quella percorribile nella modalità storia

Graficamente SuperEpic si difende bene all’interno del panorama indipendente, disegnato a mano e basato sulla grafica pixel art dell’era 16 bit. Durante tutto il gioco si respira quell’aria di “Neo-Geo style” sia per fluidità nelle animazioni che per suoni e musiche

La colonna sonora, rigorosamente in 16 bit, composta da SonoTrigger Studio (studio musicale situato in Valencia specializzato nella realizzazione di musiche e suoni per contenuti multimediali) è praticamente perfetta.

Su Nintendo Switch il titolo gira e rende molto bene in modalità portatile, grazie ai comandi semplici e alla grafica che sullo schermo piccolo dà il meglio di se. Gioco perfetto da portare con se.

Per ragioni di scelta artistiche (16 bit pixel art) in modalità dock sulla TV il gioco tende a perdere un po’ di quella bellezza e poesia grafica ampliando (per ovvie ragioni, schermo più grande) i pixel e risultando un poco sporco visivamente.

Buona fluidità del gioco in entrambe le modalità, anche quando lo schermo si riempie di nemici, non si hanno cali di frame degni di nota.

Undercoders ha realizzato un ottimo gioco ricco di satira, ribellione, elementi RPG, esplorazione, micro transazioni, apps, videogames, cross media content opzionale, botte, boss, maiali al comando assetati di soldi e controllo (riferimenti al mondo reale?).

Questo e altro è SuperEpic, edito da Numskull Games, l’ ennesima sorpresa positiva di un sempre più ricco panorama Indie.

Il nostro voto: 8.0

Pro

  • Modalità di gioco
  • finali multipli
  • cross media content
  • storia
  • sistema rpg
  • comandi
  • esplorazione
  • tanta tanta satira che non guasta mai

Contro

  • in modalità dock si perde un po di chiarezza in-game
RASSEGNA PANORAMICA
Voto Complessivo
8.0
Articolo precedenteEverreach: Project Eden – Recensione Xbox One
Prossimo articoloCall of Juarez: Gunslinger – Recensione Nintendo Switch
#indiependentgamer Bass Player & VideoGame Music Composer. Anime, Manga & Comics Lover. Sport Lover.