Umihara Kawase BaZooKa! – Colore, competitività e battaglie frenetiche – Recensione Nintendo Switch

La saga di Umihara Kawase è cominciata nel 1994, grazie all’editore TNN, su SNES per poi proseguire su Playstation e Nintendo DS nel 1997 con “Umihara Kawase Shun” e “Umihara Kawase Portable”.

Nel 2014, la serie arriva finalmente in Europa e negli Stati Uniti: “Sayonara Umihara Kawase” viene rilasciato su Nintendo 3DS. Nuovi personaggi giocabili, lo stesso senso generale di stranezza e, cosa più importante, gli stessi sistemi di gioco impegnativi dei precedenti titoli, hanno reso la prima versione occidentale un must.

Al punto che il gioco si è diffuso rapidamente tra i fan ricevendo addirittura un porting su PlayStation Vita e PC.

Nel 2019 viene rilasciato un titolo completamente nuovo: “Umihara Kawase Fresh!” con personaggi nuovi e familiari, uno stile artistico rinnovato e, per la prima volta in assoluto, un mondo enorme e interconnesso. Nintendo Switch, PlayStation 4 e PC hanno avuto la loro versione.

Ora ecco qui, nel 2020, il nuovissimo titolo dato in pasto allo zoccolo duro di fan… Quanta strada per un modesto 16 bit basato su una serie ostica da giocare e padroneggiare, non trovate? Inin Games, Studio Saizensen e SUCCESS Corp. presentano: Umihara Kawase BaZooka!

(Sarò sincerò con voi lettori: ciò che leggerete sono le impressioni di un neofita che si avvicina per la prima volta alla serie.)

Il Gioco

Umihara Kawase BaZooKa! è un gioco d’azione frenetico in cui il nostro obiettivo è quello di ripulire lo schermo dai nemici eseguendo abili combo con il nostro Bazooka e una straordinaria canna da pesca.

Gli schemi presentano:

  • Piattaforme mobili
  • Ostacoli pericolosi
  • Strana vita marina come nemici (pesci mutanti)
  • Gli altri giocatori (se si gioca in Multiplayer)

Umihara Kawase BaZooKa! Offre un’azione multiplayer frenetica e rocambolesca oltre a partite competitive con classifiche online. Se però non amate giocare in rete ma vi piace giocare in compagnia, sappiate che il titolo supporta sino a quattro giocatori in locale.

Invece, se siete dei “musoni” e volete fare tutto da soli, è presente la modalità single player (che vi assicuro essere molto complicata già in difficoltà principiante). Scegliete il vostro combattente tra 22 personaggi iconici, ognuno dotato di un attacco speciale unico, e cercate di completare la Modalità sfida con 40 livelli!

Gameplay

Azione in 2D sullo stile platform classico, colorato, a schermo singolo da 1 o 4 giocatori contemporaneamente sullo schermo, con le loro statistiche (punteggio, energia, attacco speciale, vite) in basso assieme al tempo residuo di gioco.

In alto invece compare il punteggio totale, il tempo di gioco, il numero del livello e delle monete raccolte. Quest’ultime, una volta raccolto il numero richiesto, servono per avanzare al livello successivo. Per farlo dovete sconfiggere le orde di nemici che compaiono sullo schermo e superare così i 40 livelli totali che sono suddivisi in 4 mondi da 10 livelli ciascuno. Alla fine di ogni mondo vi attende uno scontro boss.

Dietro ad una grafica colorata e simpatica si nasconde un titolo molto difficile da padroneggiare con un alto tasso di sfida.

Tre le difficoltà di gioco:

  • Principiante
  • Semi-Automatico
  • Tecnico

La prima ci fornisce tutti gli aiuti possibili per un gameplay più spensierato, la seconda invece ci da una “mano a metà” sarà nostro compito gestire al meglio la canna da pesca. L’ultima invece non ci da nemmeno un aiuto in modo d’avere un’esperienza di gioco Hardcore.

Purtroppo (o per fortuna a seconda dei punti di vista e dal livello di sfida che cercate) la giocabilità è molto macchinosa e difficile sin dalla difficoltà principiante a tal punto che, soprattutto se si gioca da soli, la sensazione di frustrazione ed abbandono del gioco è molto forte.

I movimenti dei personaggi non sono fluidi ed i comandi non sempre rispondono al meglio. Le armi offensive a nostra disposizione (canna da pesca e bazooka) non sono per nulla facili da maneggiare. Nonostante questi problemi se giocato in compagnia, Umihara Kawase BaZooKa! sa divertire, da soli rischia di dare fastidio ed annoiare (se la pazienza non è il vostro forte).

Quindi armarsi di pazienza e voglia d’imparare è la prima regola se si vuole padroneggiare il titolo. Umihara Kawase BaZooKa! infatti si può tranquillamente definire un titolo hardcore che già dalla difficoltà più bassa da filo da torcere.

Caratteristiche Tecniche

In modalità handheld ed in modalità dock, gira molto bene, non presenta nessun tipo di bug o rallentamento di sorta. Le immagini sono nitide e fluide anche nelle sessioni che presentano molti nemici sullo schermo.

I comandi non sono difficili da memorizzare, lo sono un pò di più da padroneggiare (come tutto il gameplay). I menù sono coloratissimi e strutturati in maniera chiara e semplice.

Musica e Audio

La colonna sonora del gioco è affidata a Atsuhiro Motoyama, Shinji Tachikawa, Masahito Nakano. Già autori delle precedenti colonne sonore della serie. Suoni rilassanti per un gioco che infondo.. non lo è! eheheh

Localizzazione

I personaggi in game si esprimono in giapponese (poche espressioni per lo più grida di battaglia).  Quindi è inutile che ve lo dica… non è presente la lingua italiana. Presenti invece menu in inglese, spagnolo, giapponese e altre lingue.

Conclusione

Umihara Kawase BaZooKa! Gode sicuramente del titolo di “cult game” grazie ad uno zoccolo duro di fans che “si spacca” per raggiungere il miglior punteggio possibile o concluderlo nel minor tempo possibile.

Grazie anche alle sfide e alle classifiche online il titolo può puntare tranquillamente al mondo esport (per lo più asiatico). La giocabilità altamente difficoltosa ed a tratti macchinosa rischia di annoiare i neofiti della serie se, e ripeto se, giocato in single player e senza portare pazienza. Giocato in coop o Vs. locale o online, il discorso cambia.

Se affrontato con il giusto spirito il gioco sa regalare qualche ora di divertimento (e sfida) in compagnia.

Pro

  • Competitività
  • Classifiche Online
  • Numero di livelli
  • Difficoltà (se siete “esperti” della saga)
  • Multiplayer

Contro

  • Difficoltà (alta per i neofiti della saga)
  • Comandi non accessibili a tutti