Urban Flow recensione review BT014 nintendo switch games paladins nindies indie free game demo.png

Siamo nel pieno dell’estate e molti di noi avranno già pianificato le ferie, qualche giorno di relax su una spiaggia, lungo le rive di un lago o in montagna. Il posto poco importa, l’importante è staccare dalla routine giornaliera, e allontanarsi dalle roventi città.

Nintendo Switch è una grande compagna di viaggio in queste situazioni. Piccola, portatile, all’occorrenza si può collegare sul grande schermo ed è anche perfetta per animare qualche ora in compagnia con qualche party game.

Ma qual’è il gioco perfetto da godersi sotto l’ombrellone? Deve essere divertente ma al contempo leggero, adatto ad una partita mordi e fuggi tra un tuffo e l’altro, e magari capace di far passare qualche minuto di relax con i propri figli o dolci metà. Ed ecco la soluzione, si chiama Urban Flow, sviluppato e pubblicato da Baltoro Games.

Come è facile intuire dal titolo del gioco, avremo a che fare con il traffico urbano.

Si è vero, abbiamo appena parlato di allontanarci dalle città e dal relativo traffico per le agognate ferie e arrivo io a consigliarvi un gioco incentrato sul traffico.

Ebbene si, dimenticate però i clacson, le code interminabili e il nervoso che ne consegue, perché con Urban Flow c’è solo del sano divertimento, e in certi casi, anche una buona dose di relax.

L’idea di base è molto semplice, garantire che il traffico mantenga un buon flusso attraversando le tante mappe che il gioco ci propone livello dopo livello.

Quello che dovremo fare è azionare manualmente i semafori, alternando il rosso e il verde, così da stabilire chi passa per primo e cercando di scongiurare ogni tipo di incidente.

I livelli sono via via più complessi, e se nelle prime fasi le cose sembrano fin troppo tranquille, poi la faccenda prende tutta un’altra piega.

Ovviamente esistono tanti altri fattori che subentrano all’interno del gameplay che si aggiungono alla “semplice” gestione dei semafori. Qualche esempio?

Innanzitutto il tempo d’attesa degli autisti in coda, che chiaramente non è infinito, dopotutto la pazienza ha un limite. Poi bisogna tenere conto delle ambulanze, che sono i mezzi a cui bisogna dare la priorità, e hanno un tempo di attesa decisamente inferiore in caso si coda.

I mezzi miltari  non si fermeranno di fronte a niente, mentre i camion della spazzatura potrebbero perdere qualche sacchetto per la strada, e andrà tolto dalla strada in breve tempo.

Ma le sorprese non finiscono qui, e lascio a voi la gioia della scoperta.

Esistono poi delle insidie nelle mappe stesse, su cui non avremo il controllo, come ponti levatoi o passaggi a livello, e ovviamente le condizioni meteo, che possono “appannare” lo schermo, e quindi oltre a gestire il tutto dovremo anche pulire il pannello per vedere cosa sta succedendo in strada.

La cosa bella di tutto questo è la possibilità di giocare con i Joy-Con, oppure sfruttando i comandi touch dello schermo di Switch. In qualunque momento è possibile passare tra comandi fisici e tattili, e consiglio vivamente di usare questi ultimi, molto più intuitivi quando le cose si fanno complesse.

Infatti quando aumenta il numero di semafori, non basterà più la semplice pressione di A, B, X e Y, ma subentreranno anche combinazioni con L e R, senza dimenticare il movimento delle levette, adibite all’eventuale pulizia delle telecamere o dei rifiuti di cui parlavamo prima. Sfruttando il touch invece, avrete sicuramente la situazione più sotto controllo, almeno fino a quando non andrà fuori controllo ovviamente.

Esattamente come avviene in altri giochi simili (mi vengono in mente i vari giochetti mobile di gestione del traffico aereo), ogni livello valuterà la nostra prestazione, in base al numero di auto che riusciremo a far transitare da una parte all’altra dello schermo.

I più bravi guadagneranno tre stelline, altrimenti potrete accontentarvi anche di due stelline o una soltanto, in ogni caso sbloccherete il livello successivo. Per progredire tra i livelli è però necessario guadagnare almeno il premio più basso, ma tranquilli che non c’è il rischio di rimanere bloccati nell’avanzamento, anche perché vengono in vostro aiuto alcuni power ups che all’occorrenza vi renderanno la vita più facile.

Sarà possibile utilizzare un rallentatore del tempo per un certo numero di volte, e avrete anche alcune vite extra che eviteranno il game over a seguito di eventuali incidenti.

Accumulando le stelline però andrete ad aumentare un contatore che mano a mano andrà a sbloccare elementi nella Galleria, una sezione extra dove è possibile consultare tutti gli elementi che compongono il gioco, dalle auto ai palazzi, passando per vari elementi degli scenari.

Inoltre è presente un altra sezione al cui interno potremo tenere traccia di tutte le nostre statistiche di gioco e dei distintivi (o obiettivi) che abbiamo portato a termine.

Come detto in apertura, Urban Flow non è un gioco da giocare solo in singolo, infatti è disponibile anche una sezione multigiocatore in cui cooperare con un amico o familiare appunto, per rendere le cose un po’ più semplici nei livelli più complessi, delegando certi compiti al compagno di turno, così da raggiungere l’ambita tripletta di stelline.

Se invece non volete nessun tipo di pressione, e volete godervi il gioco nella sua divertente semplicità, basterà selezionare la modalità infinita, e andare avanti senza pensieri.

Un bel po’ di contenuti accompagnati da un comparto artistico non particolarmente originale ma ben realizzato, con colori sgargianti e una bella varietà tra un livello e l’altro, accompagnati da una colonna sonora decisamente azzeccata che non infastidisce mai il giocatore.

Molto valido anche il tutorial, completo e dettagliato in tutte le informazioni, garantendo un ottima accessibilità ad ogni tipo di utenza, esperta o meno di gaming.

Proprio per questo rappresenta un giochetto perfetto per quest’estate, perché diverte ed è alla portata di tutti, nei contenuti e anche nel prezzo (e spesso è scontato sull’eShop).

Pro

  • Tanti livelli
  • I comandi touch danno una marcia in più
  • Perfetto per le partite mordi e fuggi, in singolo e co-op

Contro

  • I comandi fisici rendono il gioco un po’ meno intuitivo
  • Dopo aver scoperto tutte le dinamiche potrebbe annoiare alcuni giocatori
Il giochetto perfetto per questa estate