vortex-attack-ex-recensione-review-nintendo-switch-giochi-games-paladins-nindies-indie

Le macchine da guerra aliene ci colsero di sorpresa. Uno strano vortice energetico apparve Vicino alla colonia Vehar-12. ll primo attacco è stato poco più di 20 giorni fa a Earthos,  spazzando via diverse colonie. Ora, si  stanno avvicinando a Earthos, la nostra più grande colonia. Stiamo reagendo, ma se cade, saremo tutti spacciati,I vortici, sembrano indistruttibili…

Inizia così il nuovo shooter 2D  Vortex Attack EX di KaleidoGames, software house  che ha sviluppato e pubblicato lo shooter indie poco tempo fa su Steam e per la prima volta sull’eShop Nintendo Switch ed è quest’ultima la versione che ho avuto occasione di provare.

Il gioco entra a far parte della libreria games scaricabili (download version) della console ibrida di Kyoto. E’ arricchito di nuovi livelli, nuovi velivoli spaziali e una nuova modalità chiamata  Neon Dimension, si, tutti gli elementi presenti a schermo come  navicelle nemiche, la propria  battleship e asteroidi per citarne alcuni, sono disegnati con colori al neon appunto. Ma non solo, è stato  riscritto da zero con il  nuovo motore grafico Haxe.

L’obiettivo di ogni livello è chiudere i vortici e per far si che questo accada, il player deve distruggere le astronavi nemiche che rilasceranno delle piccole quantità di energia chiamata ‘lumergy’, che una volta raccolte (passandoci sopra), saranno in grado di invertire il flusso del buco nero, risucchiando al suo interno, tutto ciò che si trova a schermo per poi  permetterci il passaggio al livello successivo.

Inoltre, rilasciano anche power up che danno: velocità, potenziamento sparo, navicelle satellite, pronte a darci man forte e potenziamenti scudo.  Ma attenzione però, perché allo stesso tempo, si devono evitare una ‘infinità’ di proiettili, alcuni distruttibili ed altri no.

Come se non bastasse, Kaleido Games, ha pensato anche di riempire lo schermo di asteroidi di  dimensioni diverse, giusto così,  per rendere ancora  più sfidante l’impresa.

Si possono frantumare a suon di colpi, o peggio, si riducono in frammenti  più piccoli che possono  danneggiare la carlinga. Eh si, come se non fosse già abbastanza popolato il livello.

I Boss ci sono, grandi e cattivi, ed una volta fraggati  faranno cadere nuove navicelle che andranno a  far parte nel nostro rooster. Ogni velivolo spaziale  avrà caratteristiche e statistiche che sono  leggibili in riquadri di descrizione  quando è selezionata all’inizio di una nuova partita.

Penso di sapere a cosa state pensando: “chissà  quanto sarà frequente la scritta game over e quante volte dovrò ricominciare tutto dall’inizio…”.  Beh, si può stare tranquilli, (per modo di dire eh) perchè il nostro fidato caccia interstellare è dotato di un generoso scudo (dipende sempre dalla scelta dell’ astronave) ma “occhio”, la pioggia di proiettili che  arrivano a frotte non ci metterà molto a farlo calare fino ad inevitabile distruzione..

Ed ecco che si ricomincia da capo. No no, no. Si hanno a disposizione due crediti per poter continuare, senza perdere, se non qualcuno dei  potenziamenti recuperati fino a quel momento. Questo vale anche nei livelli dei Boss. Usati  anche tutti i crediti a disposizione appare inesorabile la  scritta GAME OVER.

Vortex Attack EX è un coin up in piena regola.

Tanta è la voglia di inserire il gettone nella  console (non fatelo mi raccomando…) e premere start.  Un game da sala giochi  per intenderci e lo scopo, indovinate… è  fare punti a più non posso, così da vedere il proprio  nome in cima alla  classifica, disponibile sia in modalità locale che online.

Non mancano neppure i livelli bonus, dove cadono solo power up (niente lumergy) e se si è abili, non mancherà la scritta PERFECT nel riepilogo dei punti.

In compagnia di 2 amici, il divertimento e la sfida si fa più accesa.. E’ perfetto per il multiplayer,  ma solo in modalità coop offline. 

Elenco le caratteristiche di questo shoot’em up che sono:

  • 11 modelli di navi (aggiornabili fino a 4 livelli ciascuno)
  • 4 livelli di difficoltà. Adattato per tutti i livelli di abilità.
  • 2 Dimensioni del gioco: metallo e dimensione al neon. (influenza la difficoltà e il numero di livelli)
  • 16 stili visivi di gioco sbloccabili: arcade, fosforo CRT, VHS, B&W, vintage, colori lomo, fisico-fisico.
  • Classifiche online (tutte le piattaforme)
  • Obiettivi (Steam)
  • Bellissimi effetti di esplosione come particelle sci-fi
  • Miriadi di aggiornamenti per le singole astronavi
  • Centinaia di livelli divertenti con l’innovativo sistema Vortex, boss e bonus
  • Azione neo-retro FX e musica
  • Arcade coin-op

Ho apprezzato molto la scala cromatica dei settori che si possono vedere ogni sei livelli dopo aver sconfitto i BOSS  e dopo aver completato il  livello bonus successivo.

Per il gameplay non c’è molto da dire, chi mangia pane e sparatutto 2D  sa perfettamente a cosa mi riferisco. Semplice e immediato, un classico per il genere.

I controlli sono facili, si usa solo lo stick sinistro per spostarsi e questo ci rende abili fuoriclasse del dribbling tra i proiettili che ti permettono diverse vie di fuga. Il tasto A  serve per far  fuoco e il tasto B per le bombe.

Ho trovato Vortex Attack EX ottimamente bilanciato. Questa è forse per me l’unica peculiarità che non in tutti gli shoot’em up ho trovato.

A seconda della propria sete di sfida, rende questo gioco mai frustrante anzi ti porta a voler raggiungere la perfezione a ogni singolo livello per essere il numero UNO. Perfezione che però se giocato da solo non si potrà mai raggiungere;

La navicella, non si riesce a spostarla abbastanza velocemente dal lato sinistro dello schermo a quello destro, con la conseguenza, di farci mancare inevitabilmente la raccolta di qualche bonus e vedere quindi nel riepilogo punteggi NO BONUS, per cui niente punti aggiuntivi. Giocato insieme a due o tre players, questo non accade.

Il comparto grafico,  nella sua semplicità come  nelle sue forme molto geometriche nella rappresentazione di astronavi & C., è ricco di colori e gli effetti grafici sono ‘carini’. Tutto questo, sia in modalità TV che in modalità handheld.

Ma se devo dire la mia, la modalità portatile per quest Vortex EX è assolutamente il suo habitat naturale. Nonostante lo schermo da 6,2” della console ibrida di Kyoto non si perde nulla e tutto è visibile.  Se non sapessi che Kaleido è di nazionalità spagnola, avrei detto che è stato sviluppato da qualche software house del Sol Levante.

La soundtrack che ci accompagna durante tutta  la battaglia interstellare è varia e rispecchia lo stile di questo coin up. Non male anche  gli effetti SFX.

Ho notato, però che c’è un calo di volume in certi frangenti del gioco.

All’inizio ho pensato fosse qualche lag o calo di frame che andava a intaccare il sonoro. Ma giocandolo diverse volte,  graficamente,  non ho notato nessun particolare problema. Eppure si presenta sempre  questo  calo di volume e non sono riuscito a capire il perchè.

Niente di irrisolvibile, sia chiaro, considerato che KaleidoGames non lascia nulla al caso e rilascia costantemente aggiornamenti che pesano poco tra l’altro.

Buono il motore grafico, come ho scritto qualche riga più in su, che è nuovo rispetto a quello utilizzato per il primo Vortex. Questo lo rende compatibile anche per i PC più esigenti. Non ha incertezze di nessun tipo.

Ho trovato ripetitivo e abbastanza prevedibile il pattern dei Boss, che nonostante la loro mole non sono così complicati da far esplodere in mille pezzi. Sarà che sono troppo bravo io?!…

Però una ‘chicca’ che mi ha fatto ‘impazzire’ è presente ed è questa: se si fanno punti a sufficienza per entrare in classifica si ha una decina di secondi per immettere il proprio nome. Se non si fa in tempo beh, il punteggio sarà anonimo.

In conclusione voglio dire che il panorama degli shoot’em up è vario e vasto e la concorrenza spietata. Sviluppare oggi un gioco come Vortex EX secondo me è un azzardo, una scommessa, perché sono tanti i titoli introdotti sul mercato, tra porting e nuove produzioni, da shooter che vanno dal più semplice a quello Hardore (che preferisco).

Quindi un plauso per KaleiodoGames che lavora su questi  titoli e lo fa con entusiasmo e creatività. Non escludo che nel futuro prossimo, la casa di sviluppo di origine Madrilena continuerà a farci  giocare con video games di generi magari diversi ma sempre di qualità.

Per quanto concerne Vortex Attack EX, anche se ha qualcosina da sistemare, posso concludere dicendo che il divertimento, che si giochi da soli o con tre amici, è assicurato. Lo confermano anche le opinioni positive da parte dei gamers che lo hanno giocato.

Durante le attese alle stazioni della metro o durante le pause pranzo e ovunque ci si trovi, non esitate ad avviare Vortex Attack EX sulla vostra Switch per alcune sessioni mordi e fuggi. Vi farà piacevolmente trascorrere i momenti di pausa.

Il gioco è già disponibile dal 24/10/2019 sia per Nintendo Switch che per PC Steam.

Il nostro voto: 7.0

Pro

  • Varietà nella scelta grafica nelle opzioni
  • Tanti stili visivi di gioco sbloccabili
  • Centinaia di livelli
  • Azione neo-retro FX e musica
  • Bilanciato molto bene

Contro

  • Pattern dei Boss ripetitivi
  • In modalità single player si deve rinunciare a raccogliere tutti i bonus
  • Poco Hardcore nelle dinamiche di gioco
RASSEGNA PANORAMICA
Voto Complessivo
7.0
Articolo precedenteRush Rally 3 – Recensione Nintendo Switch
Prossimo articoloTamashii colorerà di nero il vostro natale – Recensione Nintendo Switch
Videogames, console, PC, musica, mtb e moto, passioni che hanno scandito la mia vita fino a oggi.