WWE 2K Battlegrounds – Recensione

“Il Wrestling con i suoi incontri spettacoli arriva su PC e console con uno stile arcade unico”

Gli amanti della WWE quest’anno, nonostante non possano mettere le mani sul nuovo episodio della serie principale firmata 2K Games, WWE 2K21 (cancellata alcuni mesi fa), non dovranno abbattersi perché potranno colmare la loro sete di battaglie spettacolari con un nuovo gioco, WWE 2K Battlegrounds.

Si tratta di titolo “Arcade” sviluppato dal team di Saber Interactive, che riprende l’apprezzata formula di gioco, lo stile grafico e l’ironia di NBA 2K Battlegrounds e lo adatta al luccicante e spettacolare mondo del wrestling.

Ispirato a vecchie glorie arcade del passato come, WWF WrestleFest o WWF Superstars Arcade (sì esatto, prima si chiama World Wrestling Federation, ma la sigla andava un “pochino” in conflitto con la famosa associazione ambientalista con il logo il panda e quindi venne cambiato, ndr.) oppure al mitico Fire Pro Wrestling sviluppato da Spike Chunsoft, WWE 2K Battleground ci porta su degli “improbabili” ring virtuali dove il nostro lottatore, creato da zero o scelto fra gli oltre 70 personaggi disponibili (o acquistabili), riprodotto con uno stile “cartoon super deformed” dovrà affrontare i suoi avversari utilizzando le numerose mosse a sua disposizione, tanto spettacolari quanto impossibili da realizzare nella realtà, per vincere l’ambita cintura di campione WWE.

WWE 2K Battlegrounds ci mette difronte a numerose tipologie di incontri; match singoli, tornei, sfide giornaliere tutte da affrontare sia in singolo, che modalità in multiplayer cooperativo e competitivo sia online che locale.

La parte più corposa del titolo di Saber Interactive e sicuramente la modalità campagna, che ci racconta la storia di sette nuove e sconosciute stelle della WWE provenienti da altre tante parti degli stati uniti. La trama ci mette nei panni della stella del ring, Stone Cold Steve Austin, (oramai in pensione), che per aiutare l’amico e famoso avocato Paul Heyman, dovrà attraversare la nazione a stelle e strisce alla ricerca di nuovi talenti da far entrare nel grande circuito mediatico della WWE.

Tutto il viaggio ci viene raccontato attraverso una serie di fumetti dallo stile leggero e spensierato (che si abbina alla perfezione al gioco) proposti all’inizio di ogni incontro, dove al loro interno troviamo una presentazione del personaggio che dovremo utilizzare per quella pozione di trama, dei suoi avversari e una breve spiegazione dell’incontro, il tutto viene impreziosito dalla presenza di numerosi ospiti, come, Big Show, Brock Lesnar, Kalisto, Samoa Joe, Rey Misterio e tantissimi altri.

Ogni personaggio porterà con sé, in base alla classe di appartenenza (Powerhouse, Technician, High-Flyer, Brawler e All-Rounder), uno stile di combattimento unico, che oltre ad avere un set di mosse standard sarà condito da numerose mosse speciali, alcune davvero fantasiose.

Inoltre durante il combattimento, tramite il d-pad, sarà possibile utilizzare uno dei vari potenziamenti offensivi e difensivi a nostra disposizione (e modificabili nella schermata di attesa ad inizio di ogni incontro), come il Pugno di Fuoco, il Respiro di Ghiaccio e il Terremoto, questi potenziamenti ci offrono, se utilizzati con la giusta accortezza, un’ulteriore possibilità di modificare l’esito del combattimento, e riportare il tutto a nostro vantaggio.

Gli stage varieranno in base alla location in cui si ambienta la storia del personaggio che stiamo utilizzando durante la trama principale, si va da un pub di New York alle paludi della florida, le Everglades, per un totale di otto differenti ambientazioni.

Ognuna di queste conterrà degli elementi interattivi che potranno essere utilizzati in battaglia, come un’Ariete telecomandato o un coccodrillo su quale lanciare i nostri avversari.

Il gameplay, come è facile intuire, risulta semplice ed immediato, propone incontri che mantengono un ritmo veloce ed altamente spettacolare grazie a super mosse e all’utilizzo di svariate “armi” da recuperare sotto al ring, come sedie, martelli da clown e persino una motocicletta da cross.

A lungo andare però il tutto diventa abbastanza ripetitivo e questo è un difetto che potrebbe rappresentare un problema per chi, come il sotto scritto, vuole sbloccare tutti i personaggi, oltre a quelli della campagna principale, utilizzando solo il credito in game.

Esatto perché come era facile aspettarsi in WWE 2K Battlegrounds è possibile acquistare personaggi e i vari elementi cosmetici attraverso il negozio di gioco, sia utilizzando la valuta ingame, i Battle Bucks accumulabili attraverso la campagna principale ed i vari incontri nelle varie modalità, che utilizzando il credito reale rappresentato dai Golden Bucks, acquistabili su gli store delle varie console.

Quindi se il vostro sogno è giocare con Hulk Hogan, The Rock, Shawn Michaels e tutti gli altri 70 personaggi, comprese le legende WWE come Andre The Giant, dovrete impegnarvi parecchio perché accumulare i Battle Bucks non è semplice è occorre molto tempo altrimenti non c’è soluzione che mettere mano al proprio portafoglio.

Tecnicamente il gioco di 2K Games e Saber Intercative è risultato un buon prodotto, con uno stile grafico davvero piacevole. Le fattezze dei personaggi sono perfette ed ogni lottatore malgrado l’aspetto deformed e ben riconoscibile e associabile alla sua controparte reale.

Anche le animazioni risultano ben realizzate e soprattutto coerenti al personaggio reale, c’è ad esempio il “You can’t see me” di John Cena, stesso discorso vale per le arene, tutte colorate e ricche di dettagli, ma in questo caso si sarebbe potuto fare qualche sforzo in più per realizzare qualcosa di più coinvolgente e renderle meno statiche.

Da migliorare anche la parte dedicata all’editor di personaggi e arene che avrebbe bisogno di qualche elemento in più che più permettesse una maggiore personalizzazione del nostro wrestler.

Il gioco come dicevo però, non ha mai dato pesanti segni di cedimento, a parte i caricamenti (un po’ troppo lunghi per i miei gusti) e qualche microscopica indecisione nelle battaglie con più personaggi a schermo, le mie ore di gioco su Xbox One X sono volate lisce, accompagnate da una perfetta colonna sonora che, come era facilmente prevedibile, prevede tutte le musiche legate ai vari lottatori e tanti altri brani che rimangono coerenti all’azione su schermo, in più ogni incontro viene esaltato dalla presenza di una divertente telecronaca in lingua inglese.

Pro

  • Moltissimi Lottatori
  • Stile Grafico gradevole
  • Gameplay immediato…

Contro

  • … ma alla lunga ripetitivo
  • Occorrono troppe ore per sbloccare tutto
  • Da migliorare la modalità Editor