spot_img
spot_img

Lunar Lander Beyond – Recensione Xbox Series X|S

Advertising

Avevo circa 12 anni quando Atari pubblicò Lunar Lander, un gioco che in breve tempo divenne molto popolare anche perchè erano passati circa 10 anni da quando ci fu l’atterraggio (reale) sulla Luna. Tanti miei amici si divertivano (spesso imprecando) con questo  gioco dall’apparenza semplice ma che richiedeva una buona dose di agilità e controllo per poter essere giocato.

Arriva ora un reboot del fantastico gioco, a cui è stato dato il nome di Lunar Lander: Beyond il cui sviluppo è stato assegnato al team di Dreams Uncorporated. Le meccaniche di base sono praticamente le stesse ma sono stati aggiunte delle novità ed ovviamente anche una ottimizzazione per l’uso del controller. Nel mio caso ho giocato su Xbox Series X e la gestione dei comandi è stata pressochè perfetta.

In Lunar Lander Beyond impersoneremo un capitano che lavora per la Pegasus Aerospace, una specie di mix tra Fed-Ex e Interpol, che trasporta merci e si occupa anche di recupero e salvataggio di persone.

I piloti che avremo a disposizione non sono dei magnati in cerca di brividi intergalattici, ma gente della classe operaia che cerca di guadagnare un decente salario. Se per caso decidiamo di giocare alla difficoltà più difficile del gioco in cui abbiamo la morte permanente state pur certi che Pegasus non pagherà benefici ai parenti più prossimi del pilota se questo verrà abbattuto.

Beyond offre una trama molto ben curata,  migliore di quanto chiunque si sarebbe aspettato da un aggiornamento di un gioco arcade degli anni ’70, incluse anche battute sarcastiche da parte del tuo compagno IA.

Naturalmente lo scopo principale del gioco sono le sequenze di atterraggio. Inizialmente, avremo accesso a una singola nave (Beetle) che si comporta proprio come l’astronave del vecchio coin-op. Puoi ruotare il tuo modulo e bruciare carburante per accendere un propulsore per eventualmente contrastare la spinta di slancio. Attraverso una successione di livelli sempre più complessi, dovremo mantenere il controllo completo del modulo, poiché la collisione con gli oggetti può distruggere il velivolo e spingere il tuo pilota verso un esaurimento nervoso. Questi stati mentali viziosi manifestano ulteriori ostacoli in ogni fase, aumentando potenzialmente il tuo livello di disagio nella vita reale.

Fortunatamente, il modulo lunare può essere equipaggiato con un massimo di tre diversi componenti di assistenza. Uno dei primi che acquisterai è uno stabilizzatore, che interrompe immediatamente il movimento della tua imbarcazione ma di conseguenza consuma una notevole quantità di carburante. In seguito, otterremo undici strumenti aggiuntivi che vanno dallo scudo, uno strumento inestimabile contro le torrette difensive, a un raggio traente, utile per afferrare oggetti.

Ma anche con questi dispositivi vantaggiosi, pilotare può essere difficile in Lunar Lander Beyond. Le astronavi nella maggior parte dei giochi moderni sono reattive come rasoi, reagendo istantaneamente al tuo input. Ma Beyond richiede di pensare con diversi secondi di anticipo, il che può essere difficile quando si ha a che fare con spazi ristretti e un po’ di antagonismo. Per fortuna, guadagnerai navi che cambieranno radicalmente il tuo modo di volare nel gioco. Ma per alcuni giocatori, anche solo arrivare a questa possibilità sembrerà difficile. Proprio come il gioco originale, Lunar Lander vuole farci ammirare il volo spaziale e rimanere in soggezione di fronte a un atterraggio da manuale.

Attraverso una trentina di stadi, l’attracco ripetuto delle astronavi avrebbe potuto facilmente indurre noia. Ma oltre alla varietà di navi con controlli di volo distintivi, ci sono anche diversi piloti con tratti distinti e casuali. Alcuni sono più efficienti con il consumo di carburante, mentre altri hotshot potrebbero avere una velocità massima più elevata. Man mano che i piloti completano con successo le missioni, saliranno di livello e acquisiranno abilità aggiuntive. Perdere un pilota esperto può essere catastrofico.

Ma dati i picchi intermittenti di difficoltà, è probabilmente una buona cosa che la morte permanente non sia obbligatoria. Combattere varie intensità di gravità e completare diversi obiettivi di missione contribuisce a creare un senso di varietà. Ma sporadicamente, c’è una complicazione che sembra adatta a una particolare combinazione pilota/nave. Dal momento che effettui delle selezioni prima di conoscere la situazione per un livello, aspettati di dover riprovare alcuni livelli più volte. A un certo punto, mi sono sentito così frustrato che ho pensato di abbandonare la campagna e ricominciare tutto da capo con il livello di difficoltà più facile.

L’originale Lunar Lander di Atari era un gioco aggressivamente duro e ammorbidire l’esperienza non avrebbe onorato il titolo originale e sono personalmente contento che non abbiano reso tutto più semplice, magari per “acquisire” nuovi giocatori di stampo casual. Qui bisogna pensare, agire e resistere alle avversità, anche a costo di rigiocare più volte un livello (magari con un pilota diverso – o navicella – dopo aver acquisito delle nuove abilità)

Luna Lander Beyond è per me un gran bel titolo, uno di quei giochi capaci di tenerti incollato per ore davanti allo schermo e di restarti nella mente fin quando un altro giorno prosegui con il difficile percorso di completare i vari livelli.

Lunar Lander è una fantastica perla, un gioco meraviglioso e coinvolgente. che consiglio “bollentemente” a tutti e non posso non concedere un grande plauso ad Atari per aver riportato in vita questo gioiello.

Conclusioni

Luna Lander Beyond è per me un gran bel titolo, uno di quei giochi capaci di tenerti incollato per ore davanti allo schermo e di restarti nella mente fin quando un altro giorno prosegui con il difficile percorso di completare i vari livelli. Lunar Lander è una fantastica perla, un gioco meraviglioso e coinvolgente. che consiglio "bollentemente" a tutti ed un grande plauso ad Atari per aver riportato in vita questo gioiello.

Ultimi articoli

spot_img
spot_img
Luna Lander Beyond è per me un gran bel titolo, uno di quei giochi capaci di tenerti incollato per ore davanti allo schermo e di restarti nella mente fin quando un altro giorno prosegui con il difficile percorso di completare i vari livelli. Lunar Lander è una fantastica perla, un gioco meraviglioso e coinvolgente. che consiglio "bollentemente" a tutti ed un grande plauso ad Atari per aver riportato in vita questo gioiello.Lunar Lander Beyond - Recensione Xbox Series X|S